Carenza di vitamine: sintomi, cosa fare, cosa mangiare

Carenza di vitamine: sintomi, cosa fare, cosa mangiare

Le vitamine hanno un ruolo fondamentale per l’organismo e un’eventuale carenza può causare problemi di salute anche gravi. Ecco alcuni consigli utili per fare il pieno di vitamine.

Ogni gruppo di vitamine ha una sua funzione, ad esempio la vitamina A e alcune del gruppo B proteggono la pelle e le mucose, le vitamine A, E e C proteggono dai radicali liberi e dall’invecchiamento, la vitamina A, la C, la B6 e la B12 contribuiscono alla funzione immunitaria, ecc.

A seconda delle vitamine che mancano al nostro organismo si possono avvertire sintomi diversi. Ad esempio la carenza di vitamina A può causare problemi alla vista, alla pelle o una sensazione di stanchezza. Se manca la vitamina D si è maggiormente predisposti a calcoli renli, carie, debolezza ossea e muscolare. La mancanza di vitamina C può provocare dolori alle articolazioni, infiammazioni e problemi digestivi. La mancanza di vitamina B3 può portare mal di testa e inappetenza, quella di vitamina B5 stanchezza, bruciore ai piedi, aritmia cardiaca, insonnia e ansia.

Per combattere la carenza di vitamine basta seguire un’alimentazione equilibrata, trascorrere un po’ di tempo all’aperto e svolgere un po’ di attività fisica. In generale, una dieta che comprende cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura assicura un carico di vitamine che dovrebbe rivelarsi sufficiente per il nostro organismo, ma bisogna fare attenzione ad alcuni piccoli dettagli.

Per esempio, la cottura prolungata del cibo porta alla perdita di una grande parte di vitamine che si sciolgono nell’acqua. Inoltre, il consumo di alcol e caffè tende a diminuire l’assorbimento di tutte le vitamine del gruppo B. Inoltre è sconsigliato il fumo, altra brutta abitudine che aumenta il fabbisogno di vitamine (in particolare quello della vitamina C).

E’ importante che frutta e verdura sia di origine controllata, possibilmente biologica, perché quelle derivate da coltura intensiva sono generalmente meno cariche di vitamine e minerali. Tra gli alimenti consigliati troviamo anche i semi di lino, di chia, di canapa, ortaggi, tanto pesce, in particolare salmone, polpo e crostacei come cozze, ostriche e vongole. Come condimento è bene prediligere sempre l’olio EVO.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post