Castagna matta in tasca: una credenza popolare contro l’influenza

Castagna matta in tasca: una credenza popolare contro l’influenza

Portare una castagna matta (o castagna d’India) in tasca potrebbe tener lontano raffreddore e influenza. Si prevede che almeno 7 milioni di italiani resteranno a letto con l’influenza nel prossimo inverno, quindi meglio provare questo rimedio popolare che, tendiamo a sottolineare, non ha nessuna base scientifica.

Una castagna matta è uno di quei rimedi della nonna che a volte fungono da placebo o da talismano. Si tratta del frutto dell’ippocastano, e non del castagno. Detta anche castagna di cavallo è il frutto dell’Aesculus Hippocastanum, alias ippocastano, solitamente impiegato come pianta ornamentale.

Le proprietà curative del frutto di questa pianta erano già note molti secoli fa in Asia: la pianta venne esportata in Austria nel XVI secolo da Charles de l’Écluse e, a Parigi, da Louis Jean Baptist Bachelier, nel 1615. Oggi, in Italia, è possibile trovare l’ippocastano soprattutto nel Centro-Nord.

Anticamente le castagne matte venivano triturate e date a mangiare ai cavali quando soffrivano di asma e raffreddore. Vista l’efficacia si tentò di utilizzarle anche sull’uomo, da qui la credenza popolare di portarle con sé nel caso comparissero i sintomi dell’influenza. Bisogna però tener presente queste castagne non possono essere mangiate perché sono tossiche se assunte in grandi dosi.

Le proprietà benefiche di questo tipo di castagna sono merito dell’escina. E’ una sostanza antinfiammatoria, drenante e capace di aumentare la pressione venosa. Per questo motivo gli estratti dell’ippocastano vengono utilizzati contro la vene varicose, le emorroidi e la cellulite. Può migliorare la microcircolazione, oltre ad avere proprietà antiemorragiche, e vanta proprietà riparatrice in edemi ed ematomi di origine traumatica o allergica. L’applicazione topica può favorire l’assorbimento di edemi e lividi di leggera entità, riducendo il gonfiore e la tipica colorazione violacea.

Il nostro consiglio è di ornare la vostra tavola con qualche castagna matta, che saprà portare i bei colori dell’autunno direttamente a casa vostra. Se poi amate le credenze popolari provate a metterne una o due nella tasca del giubbotto e vedere se l’influenza vi starà alla larga!

 

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post