Castagne, come lessarle nella pentola a pressione: i trucchi

Castagne, regine dell’autunno. Come cuocerle senza metterci un’eternità? vi sveliamo i trucchi per lessarle nella pentola a pressione.

castagne
foto pixabay

Le castagne, simbolo per eccellenza della stagione autunnali, sono molto amate e ricercate.

Con il loro sapore, si prestano bene a moltissime preparazioni e ricette, e dai primi al dolce, passando per le famose caldarroste.

L’unico inconveniente che deriva dalle castagne, è la cottura. Questa infatti, può essere lunga e noiosa, senza contare che lessandole nella pentola l’acqua fuoriesce durante la bollitura.

Come evitarlo? Usando la pentola a pressione! Cuocere le castagne diventa così un’operazione semplice e veloce, considerando che ci vorranno soltanto 20 minuti, rispetto ai 45 della pentola tradizionale.

Andiamo a vedere tutti i trucchi per lessare le castagne nella pentola a vapore.

Castagne, tutti i trucchi per la cottura a vapore

Come abbiamo già detto, lessare le castagne nella pentola a vapore porta un notevole risparmio di tempo, ma bisogna usare delle accortezze affinché la cottura riesca perfettamente.

castagne
foto Pixabay

Per ammorbidire la buccia, è necessario mettere a bagno le castagne per almeno mezz’ora, e questa operazione vale anche per gli altri metodi di cottura.

Fondamentale, sempre prima di cuocerle, è inciderle nella parte bombata, un’operazione che facilita poi per sbucciarle una volta cotte ed evita che possano scoppiare durante la cottura.

Potrebbe interessarti anche -> Le 10 paste più amate al mondo, come prepararle passo passo

Una volta messe nella pentola a pressione, si coprono completamente di acqua che può essere aromatizzata con l’alloro e si posiziona bene la valvola per la fuoriuscita del vapore.

Una volta che la pentola inizia a fischiare, abbassate il fuoco e lasciate cuocere per 20 minuti, e dopo aver spento il fuoco, aprite prima la valvola per far fuoriuscire il vapore e solo dopo la pentola.

Una volta scolate, lasciatele intiepidire prima di toccarle e sbucciarle.

Potrebbe interessarti anche -> Pasta, sfatiamo i miti. Tutte le bugie sul re dei carboidrati