Cialda di zucchero belga conquista l’Italia. La ricetta che non ti aspetti

Sono le gaufre, croccanti fuori e morbide dentro, una vera delizia a cui è difficile resistere. Con l’aspetto a nido d’ape e guarnite nei modi più vari sono una merenda golosa che è possibile preparare in casa, scopriamo come.

gaufre belga ricetta
Gaufre belga (Foto di Blandine JOANNIC da Pixabay )

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Ernst Knam ci insegna a riciclare le uova di Pasqua. L’idea geniale del maestro
  2. Paccheri cremosi ricotta e pistacchio: questo è il piatto veg che non ti aspetti
  3. Parmigiana senza cottura, solo 220 kcal per una bontà irresistibile

È  un classico street food dolce, perfetto per la merenda, uno spuntino, ma anche come squisito dessert accompagnato da topping e creme.

Si tratta di una cialda che si chiama gaufre, ed è tipica del Belgio, in particolare della città di Liegi dove ha avuto origine, ma si trova facilmente anche in Francia.

Somiglia al waffle americano e spesso viene confusa con questo pensando che siano la stessa cosa, ma in realtà pur essendo simili hanno delle differenze.

Il waffle è una derivazione delle gaufre esportate oltreoceano e mentre il primo è più sottile e croccante nelle gaufre la croccantezza è solo esterna e sono più morbide all’interno.

Questo è dato dalla presenza di lievito di birra fresco che è stato sostituito con quello chimico nell’altro caso.

Ci sono gaufre di forma rettangolare con i bordi squadrati, altre invece somigliano di più al nido d’ape e hanno i bordi irregolari.

A dare il loro tipico aspetto è l’apposita piastra dove vengono cotte, da un lato e dall’altro contemporaneamente.

Un ingrediente fondamentale per le vere gaufre è lo zucchero perlato, uno zucchero grezzo che deriva dalla barbabietola ed ha la caratteristica di non caramellarsi e quindi non indurirsi durante la cottura conferendo così la giusta consistenza all’impasto.

Ecco cosa occorre e i passaggi per prepararle.

Ingredienti e preparazione delle gaufre

Buonissime senza niente accompagnate da un topping sono sublimi. Dal semplice zucchero a velo allo sciroppo d’acero, si possono accompagnare anche con miele, marmellate, panna, frutta fresca, creme spalmabili, salse calde o il gelato, un classico è quello alla vaniglia, insieme ad una salsa dello stesso aroma con un contrasto caldo – freddo divino.

gaufre belga ricetta
Gaufre con frutta e topping (Foto di Bruno Germany da Pixabay )

INGREDIENTI ( per circa 12 pezzi)

  • 375 g di farina 00
  • 250 g di zucchero perlato
  • 90 g di zucchero di canna
  • 2 uova intere
  • 130 ml di latte
  • 200 g di burro
  • 35 g di lievito di birra fresco
  • 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE (30 minuti + riposo)

Per prima cosa preparare il lievitino facendo sciogliere il lievito di birra in 50 ml di latte tiepido e lasciare che si attivi mettendolo a riposare per 10 minuti.

Poi, aggiungere altri 50 ml di latte sempre tiepido e 100 g di farina. Mescolare e mettere a lievitare fino al raddoppio del volume coprendo con la pellicola.

Nel frattempo sciogliere il burro e farlo raffreddare. Quindi in un’ampia ciotola o meglio nella planetaria versare il lievitino, il rimanenti latte e farina, gli zuccheri e impastare.

Sbattere le uova e aggiungere all’impasto. Mettere anche il pizzico di sale e per ultimo il burro fuso e raffreddato.

L’impasto dovrà risultare liscio ed elastico, non più appiccicoso e dovrà incordarsi al gancio della frusta.

Poi coprirlo con uno strofinaccio e lasciarlo riposare per 30 minuti circa. Trascorso questo tempo si può passare a cuocere le gaufre nella specifica piastra.

gaufre belga ricetta
Gaufre (Foto di congerdesign da Pixabay)

Basteranno tra i 3 e i 5 minuti secondo la potenza della piastra. Dovranno comunque risultare dorate da entrambi i lati.