Cibi che aiutano a stare svegli. Non solo caffè: sono sani e efficaci

In pochi lo sanno, ma esistono alcuni alimenti che aiutano a stare svegli . Non solo caffè: la lista dei cibi sani ed efficaci. 

Cibi aiutano a stare svegli
Tazzina caffè (Foto di A.Gravante per AdobeStock)

L’alimentazione è di fondamentale importanza per l’organismo: scegliere i cibi giusti può fare la differenza tra lo stare in salute e il contrario.

Dopo le grandi mangiate delle festività natalizie, è arrivato il momento di depurarsi e di recuperare la forma fisica: la prova costume è dietro l’angolo. Tralasciando un discorso prettamente di linea, consumare per esempio super food è una cosa incredibile da fare dal momento che questi apportano innumerevoli benefici al corpo umano.

Un avocado, ad esempio, contiene tantissime sostanze che favoriscono il benessere degli organi. Poche persone lo sanno, ma alcuni cibi aiutano a stare svegli. Questa particolare proprietà viene spesso associata al caffè.

Descriviamo quindi i motivi per cui il caffè viene contrasta il sonno e soprattutto analizziamo i cibi che aiutano a restare vigili e svegli.

Cibi che aiutano a stare svegli: non solo caffè

La caffeina, presente soprattutto in caffè e tè, ci fa sentire svegli e ricchi di energia: anche quando dormiamo poco e male, un buon caffè ci aiuta ad iniziare bene la giornata. Questa sostanza, in pratica, stimola il sistema nervoso centrale, contrastando di fatto il lavoro dell’adenosina (la molecola che porta al sonno).

Quando ad esempio i neuroni accolgono l’adenosina, si sentiamo stanchi e assonnati. Quando assumiamo caffeina nell’organismo, questa impedisce l’arrivo dell’adenosina nei neuroni e di conseguenza abbiamo meno sonno.

Secondo alcuni interessanti studi, la caffeina riduce il rischio di malattie come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer: come se non bastasse, svolgerebbe un’azione preventiva verso alcuni tipi di cancro. Ovviamente non bisogna esagerare: se si assume troppo caffè, il corpo reagisce male e possiamo fare i conti con effetti collaterali pericolosi.

Potrebbe aumentare il battito cardiaco, così come la pressione sanguigna. Anche sensazioni come ansia e insonnia potrebbero crescere a dismisura. Ci sono altri cibi che ci aiutano a stare svegli.

Cibi aiutano a stare svegli
Cioccolato amaro (Foto di Jackmac34 per Pixabay)
  • Il cioccolato amaro aiuta a recuperare lucidità e concentrazione. I flavonoidi aiutano il cervello e il cuore, riducendo anche i livelli di stress. Come se non bastasse, il cioccolato contiene anche caffeina (abbiamo poco fa analizzato i suoi effetti).
  • Un frullato di frutta è un toccasana per il cervello. Se optate per i mirtilli, ad esempio, potenzierete la memoria a breve termine. Il succo d
  • i mirtillo è una bevanda energetica.
  • Pesce e patate al forno per il pranzo sono un grande aiuto per il cervello. Il pesce in generale contiene Omega 3 che rallenta l’invecchiamento del cervello mentre le patate sono fonte di energia. Ricche di vitamina B6, evitano i cosiddetti cali di prestazione.
  • I semi di zucca, infine, migliorano le prestazioni del cervello: sono ricchi di minerali che aiutano il trasporto dell’ossigeno all’organo principale del sistema nervoso.
  • Alcuni formaggi stagionati come il pecorino romano, il parmigiano e la grana contengono la tiramina, una sostanza che rilascia nel nostro cervello la norpinefrina, uno stimolante ed eccitante per il sistema nervoso.
  • Anche il pomodoro è ricco di tiramina: occhio però a non mangiarne troppi perché potrebbero causare un pesante bruciore di stomaco. Sconsigliato il suo consumo a cena.
  • Le bevande energetiche, per quanto non siano estremamente salutari, riescono comunque ad allontanare il sonno con facilità. Contengono ovviamente caffeina, ma anche la taurina che è un amminoacido che fa salire sia la pressione sanguigna che la pressione cardiaca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 7 abitudini mattutine per accelerare il metabolismo: parti dalla colazione

Cibi aiutano a stare svegli
Mirtilli freschi (Foto di hitdelight AdobeStock)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Perdita di memoria e alimentazione: gli alimenti amici del cervello

Secondo alcuni studi, quando si mastica una gomma si assiste ad un aumento di concentrazione e di vigilanza. Potrebbero quindi migliorare le prestazioni cerebrali: occhio ad evitare quelle ricche di zuccheri (che invece portano stanchezza) e, nel caso in cui siate vegani o vegetariani, occhio a quelle che contengono ingredienti di origine animale.