Claudio Lippi a Vieni da me: la frecciatina a Barbara D’Urso

Claudio Lippi a Vieni da me: la frecciatina a Barbara D’Urso

LA PREPARAZIONE
di Marco

Claudio Lippi in un’intervista a Vieni da me: arriva la frecciatina a Barbara D’Urso e ai suoi programmi televisivi, scopriamo insieme cosa ha detto

Claudio Lippi Barbara D'Urso
Claudio Lippi: che bordata a Barbara D’Urso

Claudio Lippi, protagonista fisso de La Prova del Cuoco al fianco di Elisa Isoardi, ha partecipato come ospite a Vieni da me, programma di Caterina Balivo. La sua è un’intervista molto interessante. Sappiamo bene che il co-conduttore della Isoardi non ha mai avuto peli sulla lingua ed ha sempre detto ciò che pensava, nel bene e nel male. Riesce sempre a strappare un sorriso al pubblico a casa con le sue battute ‘provocatorie’ e mai banali. Cosa ha detto stavolta alla conduttrice del programma?

Claudio Lippi a Vieni da me: la bordata a Barbara D’Urso

In tanti si aspettavano qualche commento ironico su altre trasmissione e anche stavolta è arrivato. Lippi comincia col mettere le mani avanti parlando con la Balivo: “Questo è il posto ideale in cui si può venir fraintesi”. Poi, passa ad una vera e propria frecciata ai programmi di Barbara D’Urso: “La gente capisce le verità e le menzogne, la gente ne ha fin sopra ai capelli dei problemi e veder litigare o parlar male in tv non serve. Perché sentir litigare chi ci dovrebbe governare? Perché sentir litigare gente che si inventa matrimoni”. Anche stavolta, dunque, l’intervista di Claudio Lippi non è stata banale e abbiamo trovato nelle sue parole quella che è una grossa stoccata ai programmi Mediaset della D’Urso, in cui sono stati montati dei veri e propri casi mediatici sul matrimonio di Pamela Prati. Matrimonio, in questo caso, è una parola grossa.

Poi, Lippi fa delle precisazioni: “Ho iniziato 55 anni fa e ho imparato da tanti maestri che il mio concetto di televisione è fondato sull’umiltà e sul rispetto del pubblico. L’ho sempre fatto quindi non condivido una parte di tv molto educata. Visto che più proposte venivano da quella parte non volevo tradire la mia etica”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post