Colesterolo alto, un integratore naturale per abbassarlo

Colesterolo alto, un integratore naturale per abbassarlo

Il colesterolo alto può portare seri problemi per la salute, ma cosa si può fare per abbassarlo? Apportare modifiche a ciò che si mangia e assumere un integratore ancora poco conosciuto.

Il colesterolo è una sostanza grassa che è un componente strutturale essenziale di tutte le membrane delle cellule animali. Ma troppo può essere dannoso per la salute di una persona. Esistono due tipi principali: colesterolo LDL (cattivo) e colesterolo HDL (buono). HDL è sinonimo di lipoproteine ​​ad alta densità e LDL è sinonimo di lipoproteine ​​a bassa densità.

LDL è etichettato come colesterolo “cattivo” perché alti livelli possono causare un accumulo di colesterolo nelle arterie. Troppo colesterolo può causare il restringimento delle arterie e portare a infarto e ictus.

Uno dei principali fattori che possono aumentare le probabilità di avere problemi cardiaci o ictus se si dispone di colesterolo alto è una dieta malsana – in particolare mangiare alti livelli di grassi saturi.Mangiare meno grassi saturi è uno dei primi passi da fare, ma gli esperti hanno anche dimostrato che la spirulina è efficace nell’aiutare a ridurre il colesterolo.

In una meta-analisi del 2018 della ricerca, gli scienziati cinesi hanno scoperto che gli integratori di spirulina hanno un “effetto favorevole” sul miglioramento del colesterolo LDL e dei livelli di trigliceridi (un tipo di grasso nel sangue). La spirulina può aiutare a ridurre anche i livelli di glucosio nel sangue, che ha portato il team alla conclusione che potrebbe essere considerato nella “prevenzione e trattamento delle malattie cardiovascolari negli esseri umani”.

La spirulina è un tipo di alghe blu-verdi che cresce in stagni e laghi d’acqua dolce. E’ ricca di sostanze nutritive, tra cui vitamine del gruppo B, beta-carotene, rame e ferro, oltre a piccole quantità di magnesio, potassio e manganese. Puoi assumere spirulina in compresse, capsule o come polvere che può essere aggiunta a frullati per una spinta nutrizionale.

Supplementi di carbone attivo hanno anche dimostrato di aiutare a ridurre il colesterolo. Secondo uno studio, pubblicato su The Lancet nel 1989, le persone con colesterolo alto che assumevano 8 g di carbone vegetale tre volte al giorno per quattro settimane sperimentano una riduzione del 41% del colesterolo LDL. Ovviamente prima di prendere ogni decisione è opportuno consultare il proprio medico.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post