Come conservare il caffè della Moka: alcuni trucchetti geniali

Ovviamente dopo l’acqua, il caffè è la bevanda più diffusa al mondo: andiamo dunque a scoprire come conservare quello della Moka attraverso alcuni trucchetti geniali.

caffè moca come conservare
Caffè della Moka (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Il caffè è una bevanda che si ottiene dalla macinazione di alcune specie di piccoli alberi tropicali appartenenti al genere Coffea.

L’origine di questa sostanza è tutt’ora un po’ incognita: si pensa che provenga dalla Persia, dall’Etiopia o dallo Yemen.

Proprio l’ultima nazione citata è colei che potrebbe aver dato i natali alla bevanda più diffusa del mondo dopo l’acqua poiché si sostiene che il caffè più buono sia quello della città di Mokha, dalla quale prende il nome il sottotipo di bevanda che stiamo analizzando.

La conservazione di questo prodotto è un aspetto molto importante: andiamo dunque a scoprire insieme come conservare il caffè della Moka secondo alcuni trucchetti geniali.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come conservare il caffè della Moka: alcuni trucchetti geniali

Tutti sappiamo che il principale beneficio che fornisce il caffè è quello di attivare il nostro fisico per svolgere tutti gli impegni che impone la quotidianità.

Ma non solo: il caffè contiene numerosissimi antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare e proteggono da patologie quali Alzheimer, Parkinson ed artrite.

caffè smetti di berlo afte
Caffè (foto di Romolo Tavani AdobeStock)

Infine questo liquido può ridurre notevolmente le probabilità di sviluppare futuri infarti. Tutto sta nel non esagerare e di prenderne un massimo di due al giorno.

Come conservare il prodotto in questione

La conservazione di tale prodotto deriva da molti fattori quali la temperatura a cui viene sottoposto ma anche al futuro metodo di preparazione. Dunque non si troveranno mai delle regole universali ma al più dei suggerimenti.

Per quanto riguarda il caffè della Moka, il miglior metodo è quello di lasciarlo nel proprio sacchetto dato che è strutturato in modo da far fuoriuscire i gas che si formano all’interno.

Invece per quanto concerne le cialde, sarebbe meglio riporle in un contenitore che si trovi il più lontano possibile da fonti di calore o di luce.

come conservare caffè
Cialde di caffè (Canva)

Inoltre bisognerà prestare massima attenzione nel richiudere ermeticamente il contenitore in cui andranno riposte.

Per quanto riguarda la bevanda vera e propria, una volta realizzata, non si dovrà parlare di tempi di conservazione ma di tempi di consumo. Fuori dal thermos infatti andrà bevuto subito mentre al contrario potrà resistere per diverse ore.