Contenitori in alluminio: regole per un uso corretto

Contenitori in alluminio: regole per un uso corretto

L’alluminio è un elemento sempre più presente in cucina sotto forma di contenitori usa e getta, teglie e tegami. Grazie alla sua leggerezza è molto versatile e comodo sia per conservare gli alimenti che per servirli o addirittura cucinare. Ma può l’alluminio contaminare gli alimenti?

Secondo una ricerca tedesca in alcuni casi se si cucina un alimento e viene poi raffreddato velocemente e infine riscaldato prima di consumarlo ci può essere contaminazione se non si prendono delle precauzioni. Se le vaschette non sono ricoperte di una pellicola di materiale plastico a protezione del contenuto può esserci una migrazione di ioni metallici se si tratta di alimenti acidi. “Abbiamo esaminato pochi campioni e proseguiremo i test su alimenti salati, ma riteniamo che il rilascio sia un problema con tutti i contenitori in alluminio non ricoperti da materiali protettivi”, ha spiegato un responsabile della ricerca al ‘Corriere della Sera’. “Ciò non implica automaticamente il fatto di rischiare problemi di salute con i contenitori di alluminio, ma è opportuno minimizzarne qualsiasi fonte “di troppo”, considerando che molti alimenti lo contengono e che ha effetti negativi su vari organi, dal cervello all’apparato riproduttivo, dai polmoni alle ossa. Precauzione essenziale soprattutto con chi è più fragile, come bimbi e anziani”.

La prima cosa da fare è accertarsi che i contenitori in alluminio siano adatti per gli alimenti e ricoperte di uno strato di plastiche isolanti. La migrazione di ioni metallici può dipendere anche dalle temperature, dalla natura del cibo e dal tempo di contatto. Se l’alluminio tocca un alimento per oltre 24 ore il cibo va congelato. Se il prodotto resta a lungo a temperatura ambiente, l’alluminio può essere scelto soltanto per alimenti che non lo “assorbono” come caffè, spezie, legumi secchi.

Il rischio di “migrazione” aumenta per i cibi acidi che ad esempio contengono limone, aceto o prodotti sotto sale. Questi alimenti meglio non metterli in contenitori di alluminio. Se si usano pentole in alluminio meglio togliere il contenuto subito dopo la cottura. Le vaschette, invece, meglio congelarle o metterle in frigo entro 24 ore.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post