Cosa mangiare al fast food se sei a dieta. 10 cibi con pochi carboidrati per non sgarrare

Siete amanti dei fast food ma siete anche a dieta e avete paura di sgarrare troppo? Ecco per voi 10 cibi low carb da ordinare.

fast food e dieta
Bancone fast food (foto di marcel-heil da unsplash)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

Nell’immaginario collettivo fast food fa rima con calorie e cibo poco sano. Panini ripieni di hamburger super conditi, fritti di ogni genere e poi bevande gassate non sono di certo quello che un nutrizionista consiglierebbe di consumare.

È davvero così? Si può trovare anche nei menù di questo genere di ristoranti piatti a basso contenuto calorico e che possiamo consumare in santa pace senza avere troppi sensi di colpa?

Certo che si può, se ne siete amanti e non volete rinunciarvi ecco cosa mangiare al fast food se diete a dieta: 10 piatti da ordinare per non sgarrare.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Dieta e fast food: ecco cosa si può ordinare

Sono almeno 10 i piatti presenti nei menù dei diversi fast food che si trovano in giro per l’Italia e che sono a basso contenuto di carboidrati. Di seguito la lista completa.

caesar salad fast food
Caesar salad con pollo e avocado (foto di suad-kamardeen da unsplash)

Iniziamo con l’ insalata di pollo all’avocado del sud-ovest di Wendy. Lattuga con petto di pollo grigliato, avocado cremoso e poi pomodori a cubetti, formaggio pepper jack e pancetta affumicata. Niente male per essere un’insalatona gustosa e low carbs da fast food.

Proseguiamo con l’hamburger proteico In-N-Out. Nel menù si trovano piatti fit come quello proposto il cui segreto è che la carne è avvolta non dal pane ma da fette di lattuga croccante. È la catena si trova per lo più in California, ma se siete in giro da quelle parti sapete dove fermarvi.

E che dire poi delle pepite di pollo alla griglia di Chick-fil-A? Si tratta di bocconcini di pollo marinati in una miscela di sale, limone, aglio ed erbe aromatiche.

Invece, le insalate personalizzate da Chipotle è un buon modo per assaporare la cucina messicana senza esagerare. Ovviamente nell’insalata saranno da evitare ingredienti come riso e fagioli, ma per il resto via libera agli altri ingredienti come guacamole, mais al peperoncino arrosto, peperoncino verde tomatillo, verdure fajita. Ingredienti che saranno poi adagiati su un’insalata di cavolo cappuccio e spinaci novelli.

Da Starbucks potete trovare i bocconcini di uova sottovuoto; la catena lascia scegliere anche le diverse combinazioni, come cavolo cappuccio e funghi, pancetta e groviera o peperone rosso arrosto. Non solo caffè americano e muffin, anzi quelli meglio evitarli.

Se vi piacciono i tacos potete provare i Doritos Locos Tacos di Taco Bell. Ci sono i carboidrati ma non sono troppi (solo 13 g in tutto, ndr) e i tacos sono serviti con carne macinata, lattuga e formaggio grattugiato.

nuggets di pollo mcdonald's
Nuggets di pollo (foto da pexels di cristopher-zatta manfrin)

Altro piatto con poche calorie che si trova nei vari fast food è l’insalata di pollo di Jack in the Box. Carne bianca alla griglia servita con formaggio cheddar grattugiato, pomodorini, cetrioli, pancetta sbriciolata su un letto di iceberg e lattuga.

Il Popeyes Blackened Tenders è il pollo fritto senza sensi di colpa: 2 grammi di carboidrati per la porzione da 3, 5 grammi invece per quella da 3 pezzi. Si può fare.

Poteva mancare McDonald’s? Certo che no e allora nel fast food più diffuso in Italia potete tranquillamente ordinare i McNuggets di pollo. Sono sì pepite di pollo panate ma contengono solo 16 grammi di carboidrati a porzione.

Chiudiamo con gli involtini di lattuga di Carl’s Jr. Thickburger. Involtini di carne preparati con l’alimento più sano che esista, la lattuga. Niente da aggiungere.