Cuocere la pasta: 2 trucchetti essenziali per una cottura perfetta

0
21
cuocere la pasta, trucchetti
I trucchi giusti per cuocere al meglio la pasta

Cuocere la pasta: vi sveliamo 2 trucchetti essenziali e semplicissimi per una cottura perfetta, salutare e a regola di Chef

cuocere la pasta, trucchetti
Non sempre la cottura in acqua bollente è la più indicata. Ogni preparazione prevede una cottura diversa

 

Tutti noi sappiamo come cuocere la pasta, anche i meno esperti. Si riempie la pentola con acqua, si mette il sale e si butta la pasta quando l’acqua bolle, si aspettano i minuti riportati sulla confezione e poi si scola, condendola come si vuole. Eppure, noi italiani in tema di pasta siamo piuttosto esigenti, tutta la nostra cucina, dalla più antica alla più innovativa ha come ingrediente principale diverse tipologie di pasta. Cuocerla al meglio significa poterla digerire a dovere, poterne godere le proprietà e soprattutto, ricavare piatti impeccabili in base al tipo di preparazione. Scopriamo insieme due trucchetti per far sì che la nostra pasta possa cuocere a regola d’arte

 

LEGGI ANCHE: Spaghetti aglio, olio e peperoncino: questo ‘trucchetto’ non ve l’ha mai svelato nessuno

 

Cuocere la pasta: i trucchetti dell’olio, del cucchiaio e della mezza cottura

Esistono in cucina diverse tecniche di cottura della pasta, non solo in base al formato scelto, ma anche per ciò cui è destinata. Una pasta ad esempio che va saltata in padella, non avrebbe bisogno di cuocere in pentola con acqua bollente, piuttosto dovrebbe esser cotta umidificandola di volta in volta come un risotto. Per le paste lunghe come spaghetti o tagliatelle, il rischio che possa attaccarsi al fondo della pentola esiste e non solo, se mal cotta potrebbe diventare collosa e cattiva. Scopriamo insieme qualche trucchetto per cuocere la pasta a dovere come quello dell olio o del cucchiaio di legno.

Olio in cottura: quando buttiamo la nostra pasta in acqua bollente, l’amido contenuto al suo interno potrebbe far attaccare sul fondo della pentola la maggior parte della nostra pasta, rovinando la riuscita finale del piatto. Se aggiungiamo un cucchiaio di olio d’oliva nell’acqua e mescoliamo, si darà la possibilità alla pasta di rimanere ‘in superficie’, dimezzando di qualche secondo la cottura reale ed impedendole di rilasciare troppo amido. Se invece non abbiamo un coperchio o non è nostra usanza metterlo durante la cottura sulla pentola, basterà appoggiarle un mestolo di legno in modo che il bordo sia diviso a metà. In questo modo l’acqua non riuscirà a risalire sporcando il piano cottura.

La mezza cottura e la risottatura: se il nostro intento è preparare un piatto di pasta veloce e che debba saltare in padella con dei sughi, non è la classica cottura quella indicata. Piuttosto sbollentarla giusto qualche minuto e poi cuocerla direttamente in padella è il metodo migliore, in quanto l’amido permetterà di creare un fluido cremoso unendosi al condimento che abbiamo scelto. Un altro praticissimo trucchetto che dimezza i tempi di cottura ed è indicato per chi torna tardi da lavoro e non vuole rinunciare ad un piatto di pasta è quello di cuocere la pasta in acqua bollente per 3 minuti e poi scolarla. Conservarla in frigo e poi, al momento dell’utilizzo, ributtarla un minuto esatto in pentola. La nostra pasta sarà cotta e pronta in soli 4 minuti preservando il gusto ed anche la consistenza.