Dieta per addominali scolpiti: cosa mangiare e cosa evitare

Dieta per addominali scolpiti: cosa mangiare e cosa evitare

Gli addominali scolpiti sono il sogno di molto uomini, ma pochi riescono a mostrarli perché richiedono molta forza di volontà, esercizio fisico adeguato e una dieta sana ed equilibrata. Infatti per avere un corpo tonico la prima cosa è seguire un regime alimentare ad hoc, ricco di proteine e privo di cibo spazzatura.

La dieta per addominali scolpiti prevede di essere ipocalorica e con un basso contenuto di grassi, in quanto bisogna eliminare il grasso in eccesso, prevede molta frutta e verdura, di bere almeno due litri di acqua al giorno affinchè l’organismo sia sempre idratato e limitare il consumo di carboidrati, magari privilegiando pasta e pane integrali.

Come ogni dieta che si rispetti richiede tre pasti principali al giorno, uno spuntino a metà mattino ed uno al pomeriggio, così da non essere assaliti dal senso di fame e tenere sempre alto il funzionamento del metabolismo. Tra gli alimenti da evitare i prodotti da forno, le bibite gassate e zuccherate, cibi grassi e fritti e quelli eccessivamente calorici.

Limitare il consumo di carboidrati durante la giornata, meglio evitare quelli raffinati con quelli integrali, che sono ricchi di fibre e vengono assorbiti più lentamente. Un ruolo importante rivestono le proteine, grazie ad essere si costituisce il tessuto muscolare; possono essere mangiate anche a colazione consumando ad esempio lo yogurt greco.

I cibi grassi vanno assolutamente ridotti in maniera drastica, ma non bisogna eliminare i cibi che contengono grassi utili, ad esempio l’olio di oliva, la frutta secca (in quantità moderata) e l’avocado.

Partendo dal presupposto che una dieta corretta ed equilibrata dovrebbe essere prescritta da un medico esperto, in linea di massima ecco un elenco degli alimenti utili per chi vuole avere addominali scolpiti:

  • frutta fresca e verdure di stagione
  • carne magra, soprattutto bianca come pollo, tacchino, coniglio;
  • pesce e crostacei
  • crusca e farina di avena
  • noci e mandorle non tostate
  • pasta, pane e riso integrali
  • albume d’uovo (il tuorlo aumenta i livelli di colesterolo)
  • avocado

Di seguito vi proponiamo un esempio di menù giornaliero:

COLAZIONE: Una tazza di latte parzialmente scremato, un caffè e 20 gr di fette biscottate integrali

SPUNTINO: 30 gr di cracker integrali

PRANZO: 50 di riso integrale con il pomodoro, 80 gr di tacchino cotto ai ferri e un’insalata condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

SPUNTINO: Una manciata di frutta secca e uno yogurt magro

CENA: 100 gr di petto di pollo e un piatto di verdure bollite condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Oppure:

COLAZIONE:Uno yogurt magro, un caffè e 20 gr di fette biscottate integrali

SPUNTINO: 30 gr di cracker integrali

PRANZO: 50 di riso integrale con il pomodoro, 80 gr di petto di pollo cotto alla piastra e un’insalata condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

SPUNTINO: Una manciata di frutta secca e uno yogurt magro

CENA: 100 gr di pesce cotto al vapore e un piatto di verdure bollite condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post