10 Motivi Per Cui il Salmone Non Va Mangiato

10 Motivi Per Cui il Salmone Non Va Mangiato
LA PREPARAZIONE

Anche voi siete degli amanti del salmone? Sappiate che quasi tutto il salmone che trovate in pescheria e al ristorante proviene dagli allevamenti intensivi, nel nostro caso dalla Norvegia.

La differenza tra un salmone allevato e uno pescato si nota prima di tutto dall’aspetto, poi dalle componenti nutrizionali e dalle tossine.

Fresh salmon

Secondo un recente studio il salmone allevato è pieno di pesticidi, antibiotici e diossine. Il salmone selvatico invece è più ricco di nutrienti e bilanciato nel rapporto omega 3 – omega 6.

Il salmone da allevamento è inoltre più grasso rispetto al salmone pescato dato che è nutrito con scarti di cereali raffinati arricchiti di coloranti e derivati di origine animale.  Sono inoltre più esposti a sostanze tossiche e a metalli pesanti.

Ecco 10 motivi per cui sarebbe meglio evitare il salmone da allevamento:

  • Nei fondali degli allevamenti si depositano tonnellate di rifiuti, escrementi e scarti. Le reti inoltre non vengono mai pulite. Il mare è un organismo talmente complesso che non può essere ridotto in questo modo, proprio questo è il motivo per cui ci sono salmoni in mare che sono rossi mentre quelli allevati sono rosa- grigio, oppure pesci che in mare arrivano fino a 20 kg di peso e in allevamento neanche un kg.
  • Negli allevamenti intensivi ci sono precarie condizioni di igiene che permettono una velocissima diffusione di agenti patogeni, fino ad arrivare alle nostre tavole.
  • Il 95 % del salmone viene sottoposto ad una colorazione artificiale per renderlo simile al salmone selvatico. I coloranti vengono aggiunti nel mangime.
  • I salmoni da allevamento contengono la diossina, una sostanza cancerogena che si accumula negli organi e interferisce con il sistema riproduttivo.
  • Il salmone da allevamento è ricco di pesticidi, anzi vi dirò di più, nel 2013 la Norvegia ha ottenuto il consenso dall’Unione Europea per incrementare la dose di endosulfano nei mangimi destinati ai salmoni di allevamento. Questo pesticida è bandito in molte parti del mondo per via della sua pericolosità per la salute umana.
  • Sapevate che i mangimi per i salmoni di allevamento contengono derivati di origine animale e molto probabilmente di suino? Assurdo no?
  • L’allevamento intensivo oltre che mettere in pericolo la nostra vita mette in pericolo anche la sopravvivenza di alcuni animali marini come le foche, i volatili e i leoni marini che spesso rimangono intrappolati nelle reti da allevamento.
  • Il salmone selvaggio inoltre è oggetto di una pesca sempre più intensa e rischia l’estinzione.
  • Gli allevamenti intensivi di salmone non sono poi cosi efficienti perché per ottenere un kg di salmone servono 5 kg di altri pesci.
  • I medici norvegesi sconsigliano l’assunzione di salmone allevato alle donne in gravidanza e allattamento a causa dell’elevato numero di tossine presenti, pericolosissime per lo sviluppo del cervello del feto.

Il nostro consiglio è quello di scegliere prodotti di qualità, quindi cercate di evitare il salmone allevato e preferire quello selvatico (se lo trovate). L’importante è che ora sappiate cosa state mangiando, non c’è niente di peggio che la disinformazione.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post