Eliminare lo zucchero dal tè: le conseguenze per i bevitori

Eliminare lo zucchero dal tè: le conseguenze per i bevitori

Gli scienziati hanno detto che tagliare lo zucchero da una tazza di tè non rende la gente meno appassionata alla bevanda.

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di partecipanti di rimuoverlo dalle loro tazze e hanno scoperto che l’apprezzamento della bevanda non è per niente cambiata. Tagliare lo zucchero drasticamente, o ridurlo gradualmente nel tempo, erano entrambi metodi efficaci per consumare meno zucchero.

I funzionari della sanità raccomandano non più di sette cucchiaini di zucchero al giorno, ma secondo le ultime stime un inglese medio ne consuma quasi il doppio. I ricercatori dell’University College di Londra e dell’Università di Leeds hanno affermato che il passaggio a un tè senza zucchero potrebbe migliorare la dieta delle persone.

“Ridurre lo zucchero nel tè non influisce sul gradimento, suggerendo che il cambiamento del comportamento a lungo termine è possibile. L’eccesso di zucchero è un problema di salute pubblica e lo zucchero nelle bevande contribuisce in modo sostanziale all’assunzione totale. Ridurre l’assunzione di zucchero dalle bevande può quindi contribuire a ridurre il consumo complessivo”.

Otteniamo tutto lo zucchero di cui abbiamo bisogno da altre fonti alimentari e le scoperte dei ricercatori non dovrebbero sorprendere. Ridurre gradualmente lo zucchero, permettendo alle papille gustative di acclimatarsi alla nuova formula, potrebbe essere meno di uno shock improvviso per il sistema ma, come riporta lo studio, il risultato finale è lo stesso.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post