In Francia gli scaffali sono vuoti: ecco l’alimento che manca

La siccità ha compromesso i raccolti in Francia, difatti sugli scaffali del supermercato manca un alimento in particolare. Andiamo a scoprire insieme di cosa si tratta.

Francia alimento manca
Scaffali del supermercato vuoti (jbarsky0 da Pixabay)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Biscotti salati al formaggio più buoni che mai. Con questa ricetta sorprenderai tutti
  2. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  3. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti

Nelle ultime settimane in Francia è iniziata una vera e propria carestia di un alimento in particolare, molto usato nella cucina nazionale.

Gli scaffali dei supermercati adibiti a tale prodotto sono del tutto vuoti e qualora si riuscisse a reperire l’alimento, i prezzi sono esorbitanti.

Tutto ciò è stato causato dal grande periodo di siccità che sta caratterizzando quest’anno: i raccolti di molti semi o piante sono stati scarni e da ciò dipende la mancanza di prodotti.

Entriamo dunque nel merito dell’argomento e scopriamo insieme qual è l’alimento che manca in Francia in questi giorni. 

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Francia, scaffali vuoti: l’ alimento che manca nei supermercati

Il prodotto introvabile è la senape, la famosa salsa alla base di moltissime pietanze francesi. Essa viene prodotta con semi di senape, bruna o gialla, che vengono polverizzati e sciolti con acqua, mosto, aceto o succo di limone e poi insaporiti con aromi e spezie.

senape ricetta limoni ripieni forno
Senape dolce per il condimento (foto di Sea Wave da AdobeStock)

Un ultimo studio dell’istituto di ricerca IRI ha infatti evidenziato che dopo la siccità e il mancato raccolto dei semi con cui si produce la salsa, il prezzo della senape è salito del 10%, qualora sempre si riuscisse a reperire.

Inoltre i ricercatori prevedono che la difficoltà di reperimento e il costo andranno sempre più ad innalzarsi con il passare del tempo.

Il problema dei raccolti

I raccolti non sono andati per nulla bene in Francia: nella Borgogna, zona dove si producevano di più, sono stati registrate solamente 4 mila tonnellate di semi di senape raccolti.

La situazione è ancor più in grigia in Canada, paese da cui la Francia importa grandissime quantità di prodotto. Infatti è passata dalle 135mila tonnellate dell’agosto del 2020 alle 99mila tonnellate raccolte nello stesso mese dell’anno successivo.

Secondo poi le stime del governo canadese quest’anno si toccherà poi un picco massimo di 71mila tonnellate registrate. Numeri così bassi non si sono mai visti.

raccolta senape francia
Contadino in raccolta (eliasfalla da Pixabay)

L’azienda produttrice Edmond Fallot, sempre della Borgogna, ha aggiunto che oltre ai problemi di reperibilità della materia prima ci sono anche quelli legati alla scarsità di vetro, carta e cartone, che stanno facendo rallentare la produzione e aumentare ulteriormente i prezzi del prodotto.

La Francia dovrà dunque prepararsi a un lungo periodo di carenza di uno dei suoi alimenti maggiormente apprezzati nel mondo.