Gennaro Esposito fa il miglior panettone di sempre. Il segreto è nei dettagli: come fa

Lo chef napoletano Gennaro Esposito condivide il suoi segreti per la realizzazione del Panettone. Si tratta di un vero e proprio lavoro “sartoriale”.

gennaro esposito chef
Lo chef Gennaro Esposito (foto dall’account Instagram dello chef)

Gennaro Esposito, campano classe ’70 è uno chef e personaggio televisivo. Originario di Vico Equense, sulla Costiera Sorrentina, nel 1992 apre il primo ristorante e nel 2001 ottiene la prima stella Michelin a cui poi nel 2008 si è aggiunta la seconda.

In TV si è fatto conoscere per la partecipazione a diversi programmi come “Junior MasterChef” o “Cuochi d’Italia“, insomma una vera e proprio eccellenza del made in Italy. Come tutti i suoi colleghi, anche per chef Esposito questo è un periodo di grande impegno per la produzione di Panettoni artigianali che vanno ad arricchire le tavole degli italiani.

In un’intervista rilasciata da poco, lo chef svela i segreti sulla sua preparazione.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

“Li prepariamo sartorialmente”

Per l’edizione 2022, Gennaro Esposito ha realizzato il suo Panettone in collaborazione con il pastry chef e maestro AMPI Carmine di Donna.

panettoni stellati 2022
Il panettone di Gennaro Esposito (foto da @gennaroesposito_chef)

Una collaborazione, quella con Di Donna, che riporta i due a lavorare nuovamente insieme; il maestro AMPI (Accademia Maestri Pasticceri Italiani, ndr) infatti è stato il primo pastry chef della “Torre del Saracino” il primo ristorante di Esposito.

LEGGI ANCHE-> Damiano Carrara ecco la sua versione esotica del Panettone | Mica male!

Una collaborazione nata per gioco e che ha portato i due a dare vita ad un vero laboratorio, per una produzione piccola ma che rende i due molto orgogliosi.

Si tratta di una lavoro sartoriale dice lo chef stellato, una produzione semplice fatta con i prodotti più classici per la realizzazione del Panettone, ma in cui la scelta delle materie prima oltre ad essere importante come sempre, resta nella zona.

I canditi, infatti, sono realizzati appositamente da una ditta che si occupa di questo, ma a cui è lo chef Esposito stesso a portare i limoni di Massa Lubrense, i mandarini del Vesuvio, le arance di Ribera facendosi candire la frutta che desidera utilizzare nella sua produzione.

LEGGI ANCHE-> Il Panettone di Iginio Massari, quanto costa? Ce ne sono per tutti i gusti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gennaro Esposito (@gennaroesposito_chef)

Prodotti D.O.P e D.O.C tutti provenienti dalla Costiera e terre alle pendici del Vesuvio; insomma per chef Gennaro Esposito un Panettone che parla campano al 100%.