Gli unici veri rimedi contro le zanzare

Gli unici veri rimedi contro le zanzare
LA PREPARAZIONE

Con l’arrivo dell’estate sono ritornate anche le zanzare e tornano di moda tanti rimedi naturali e non che spesso si rivelano inefficaci. Una volta per tutte cerchiamo di fare un po’ di chiarezza scientifica per risolvere questo problema sempre più fastidioso e che in rari casi può causare malattie anche gravi.

La dottoressa Immo Hansen, professore di biologia alla New Mexico State University, ha condotto numerosi studi sulla sicurezza e l’efficacia dei repellenti antizanzare. Secondo uno studio del 2015 che ha esaminato una serie di spray commerciali, ha rilevato che i prodotti contenenti DEET  (dietiltoluamide) erano i più efficaci. Attenzione all’etichetta: “Se la percentuale è del 25% o più l’effetto protettivo può durare da sei a otto ore”, ha detto al Daily Mail Online. “Una concentrazione più piccola suggerisce la riapplicazione ogni due o quattro ore”.

Il dietiltoluamide è l’ingrediente attivo più comune nei repellenti per insetti. Si credeva che la sostanza chimica bloccasse i recettori degli insetti che sono attratti da una sostanza che si trova nel respiro e nel sudore umani. Tuttavia, recenti prove hanno dimostrato che le zanzare sono effettivamente respinte a causa dell’odore della sostanza chimica. Per chi invece preferisce prodotti non chimici non c’è nulla di meglio che l’olio di eucalipto al limone, molto efficace nel prevenire le punture di zanzara. L’olio viene raffinato, il che aumenta la concentrazione di una sostanza presente in natura nota come PMD, l’ingrediente che respinge naturalmente le zanzare.

Il dottor Neha Vyas, medico di famiglia presso la Cleveland Clinic, ha dichiarato al Daily Mail Online che ci sono altri due ingredienti trovati in alcuni repellenti, la picaridina e l’IR3535 – due prodotti chimici sviluppati negli anni ’80 – che aiutano anche a prevenire le punture di zanzara.

Per tutti i prodotti che funzionano, ce ne sono anche molti che non funzionano. I dispositivi sonici, che hanno lo scopo di respingere le zanzare tramite un suono che gli umani non sentono ma che fanno gli insetti, sono stati giudicati inefficaci. “Le zanzare non ne sono disgustate e infatti ne sono quasi attratte”, ha detto il dott. Hansen. Anche le candele alla citronella sono inefficaci (cade un mito!): le candele dovrebbero bloccare i recettori olfattivi della zanzara che raccolgono sostanze chimiche e odori presenti sulla pelle. “Se accendi una candela nel tuo giardino, non è altro che un effetto placebo”, ha affermato il dott. Hansen.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post