I cibi della felicità, cosa mangiare per sconfiggere la depressione

I cibi della felicità, cosa mangiare per sconfiggere la depressione

La felicità è uno stato dell’animo che aiuta a vivere meglio e più a lungo. Se soffrite di sbalzi di umore, malinconia o stanchezza cronica dovete che esistono alcuni alimenti che possono aiutare ad accumulare una buona dose di energia e brio, a rilassare l’umore e a migliorare il senso di benessere, regalando sazietà non solo al corpo ma anche all’anima.

Vediamo insieme quali sono i “comfort-foods” o cibi della felicità:

spinaci

1. Spinaci – Questo ortaggio, come in buona parte quelli a foglia verde, è un ottimo antidepressivo. Gli spinaci sono ricchi di acido folico, sostanza in grado di prevenire e alleviare gli stati di ansia lievi e di allontanare il rischio di depressione, anche quella post partum. Inoltre rafforzano il sistema immunitario e favoriscono la produzione di globuli rossi, oltre ad avere proprietà antiossidanti. Per assimilare al massimo i nutrienti si consiglia di consumarli all’insalata o quantomeno senza cuocerli troppo.

fruttibosco

2. Mirtilli – I mirtilli e i frutti di bosco in generale sono molto ricchi di vitamine e antiossidanti. I mirtilli aiutano il cervello ad attivare risposte positive e segnali di benessere, quindi approfittatene per una scorpacciata quando sono di stagione e per fare una passeggiata in montagna.

3. Uova – Grazie alla presenza di vitamine D, E, omega  3 e triptofano, amminoacido indispensabile per la sintesi della serotonina, conosciuta come “ormone del buonumore”, sono un altro dei cibi della felicità per eccellenza. Meglio assaporarle sode, strapazzate o all’occhio di bue.

4. Spirulina – E’ un’alga ricchissima di proteine e agevola la salute mentale e cognitiva. Vanta alti livelli di L- triptofano, un amino acido neurotrasmettitori che permette al cervello di produrre la melatonina e la serotonina ,aiutando a migliorare l’umore, la memoria  e promuovendo la sensazione di calma e di felicità.

pomodori-rossi

5. Pomodori – Sono ortaggi particolarmente indicati per chi soffre di sindromi depressive, grazie alla presenza di antiossidanti che aiutano ad innalzare le difese immunitarie. Meglio se consumati all’insalata o sotto forma di sugo.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post