I segreti di una grigliata perfetta

I segreti di una grigliata perfetta

Durante una scampagnata o un picnic in montagna la grigliata è un “rito” che non può mancare, a meno che non siano presenti dei vegetariani.  Carni Sostenibili consiglia le regole d’oro per una buona riuscita di una grigliata, un momento gourmet e di condivisione da vivere in famiglia e con gli amici, rispettando anche le buone pratiche di sostenibilità ambientale.

La prima regola è scegliere carne italiana e di qualità, facendo attenzione alla loro preparazione. Tagli nobili di bovino come costate e filetto, braciole o costine di maiale, cosce o petto di pollo, insieme a salsicce, hamburger e spiedini sono i prodotti preferiti dagli italiani per le grigliate: “Oggi, grazie alla perfetta tracciabilità delle carni, possiamo consumare tutti i tipi di carne sapendo da dove provengono, come sono stati nutriti gli animali e dove sono state lavorate e confezionate”. Le fette di carne intere (come costata e fiorentina) vanno tolte dal frigo 1-2 ore prima del consumo e, prima della cottura, è utile aggiungere un filo d’olio di oliva e un pizzico di sale.

Il secondo segreto per una perfetta grigliata è la cottura. La griglia deve essere rovente e le braci non devono presentarsi con la fiamma viva, bensì devono essere ricoperte da una polvere bianca. “Tutto questo per evitare la carbonizzazione del prodotto, elemento potenzialmente pericoloso per la salute con qualsiasi alimento cotto sulla griglia (verdure, pane ecc.). A livello di gusto, invece, va ricordato che la carne, in particolare la bistecca, non va girata troppo e non va schiacciata, per mantenerne la succosità e i principi nutrizionali”.

Prima di grigliare è consigliabile preparare della marinature a base di erbe che danno maggior sapore alla carne e si rivelano efficaci antiossidanti. Inoltre sarebbe saggio abbinare cibi contenenti vitamina C: succo di limone, peperoni, pomodori e frutta a fine pasto, come kiwi, arance e fragole. In questo modo assorbirete al meglio il ferro della carne e neutralizzerete i rischi dovuti ad una cottura non perfetta. Per coloro che sono a dieta si suggerisce di scegliere tagli di carne magra, come il filetto, il petto di pollo o il prosciutto, che hanno un alto potere saziante e non molte calorie.

Infine quando accendete il barbecue prediligete aree ventilate, ma attenti a eventuali scintille che, soprattutto in estate, potrebbero causare incendi. Sorvegliate il fuoco senza distrazioni e una volta completata la cottura spegnete con acqua abbondante

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post