I segreti per una vita centenaria

I segreti per una vita centenaria

Arriva all’età di 100 anni e oltre richiede uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata e anche un pizzico di fortuna che nella vita non fa mai male. Di certo uno dei più grandi segreti risiede nell’alimentazione, come rivelato in uno studio condotto dall’Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (Aigo) al convegno annuale della Federazione italiana delle società delle malattie dell’apparato digerente (Fismad).

Esiste un rapporto tra cibo e longevità in cui risiede il segreto dei centenari. In media ogni pasto ideale dovrebbe essere composto per il 70% di vegetali, di cui il 20% è costituito da frutta e il 30% di proteine magre, tutto condito da abbondante olio d’oliva. Gli spuntini sono come quelli di una volta, frutta secca e olive. Insomma per una vita lunga e in ottima salute bisogna prediligere grassi vegetali, optare per pane e pesta integrali e come fonte di proteine preferire legumi, uova, pesce e formaggi anziché carne bianco  o rossa. E’ importante inoltre che gli alimenti siano poco raffinati e non di origine industriale.

“Il cibo è una vera medicina naturale, che cosa si mangia è importante e altrettanto quanto si mangia: uno dei segreti di lunga vita è sintetizzato dal detto giapponese ‘hara hachi bu’, alzarsi da tavola quando si è sazi solo all’80% – spiega il presidente dell’Aigo Gioacchino Leandro -. Tutti gli studi sulle popolazioni dove si concentra il maggior numero di centenari – dalla Grecia alla Sardegna – mostrano infatti che questi ultimi hanno in comune una restrizione delle calorie assunte”.

Nel mondo esistono cinque aree dove le persone vivono più a lungo. In Italia i centenari sono maggiormente concentrati in Sardegna, precisamente nella zona di Villagrande Strisaili. In Grecia si possono trovare a Ikaria, negli Stati Uniti a Loma Linda e in Giappone a Okinawa. In base a studi scientifici la longevità non dipenderebbe solo da una questione genetica, ma soprattutto dall’alimentazione. In comune queste persone hanno un’alimentazione ricca di grassi vegetali, prodotti da forno integrali, come fonte di proteine utilizzano legumi, uova e formaggi e ad ogni pasto consumano olive, mandorle, frutta a guscio e noci. Ma soprattutto assumono poche calorie senza subire carenze nutrizionali.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post