Insalata di riso, non prepararla così: tutti i rischi per la salute

Tutti siamo soliti preparare l’insalata di riso in una certa maniera ma essa nasconde alcune insidie pericolose per la salute umana: scopriamo insieme i rischi che cela questa pietanza. 

insalata riso rischi
Piatto di insalata di riso (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Insieme alla pasta fredda, l’insalata di riso è uno degli alimenti cardine che portiamo sulle nostre tavole in questo periodo di afa e temperature molto elevate.

Proprio a causa del caldo, la voglia ed il desiderio di mettersi ai fornelli per cucinare qualcosa di impegnativo è veramente sotto lo zero.

Il piatto jolly intramontabile però cela al suo interno un’insidia abbastanza pericolosa per la salute umana: andiamo a scoprire i rischi che può comportare questa pietanza.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Insalata di riso, i rischi per la salute: non prepararla così

Innanzitutto raccomandiamo di non mettere mai i wurstel crudi: dato che sono fatti con gli scarti di animali al loro interno si nascondono una miriade di batteri potenzialmente deleteri per il fisico.

Consigliamo di bollirli sempre all’interno di un pentolino prima di inserirli nella classica insalata di riso.

wurstel insalata di riso
L’alimento in questione (Canva)

C’è però un altro fattore che può aumentare la pericolosità dell’insalata di riso ed esso si manifesta durante la conservazione ma anche durante la preparazione del piatto.

Frigorifero ed insalata di riso: fate attenzione

Inserendo l’insalata di riso nel frigorifero potrebbe proliferarsi il bacillus cereus, ovvero un batterio presente in tutti i cereali cotto che può comportare un’intossicazione alimentare.

I sintomi provocati sono diversi: si parte con quelli che si accusano tra l’una e le sei ore dopo aver mangiato il pasto e comporta un forte giramento di testa.

In secondo luogo si verificano coliche renali, dolori addominali e diarrea che possono durare anche per più di un giorno. La colpa di tutto ciò è dovuta alla conservazione del piatto.

Per prevenire l’inconveniente innanzitutto non bisognerà mai lasciare l’insalata di riso a temperatura ambiente per troppo tempo.

insalata di riso frigorifero
Il piatto preso in considerazione (Canva)

Inoltre, durante la preparazione del piatto, invece che lasciar raffreddare il riso a temperatura ambiente sarebbe opportuno sciacquarlo sotto acqua fredda. In questo modo si velocizzerà il processo.

Infine la regola aurea che va rispettata per qualsiasi piatto freddo: conservarlo sempre e comunque in frigorifero con un coperchio per evitare contaminazioni di odori ed altro.