La cura dei limoni, benefici e controindicazioni

La cura dei limoni, benefici e controindicazioni
LA PREPARAZIONE

Il limone è un concentrato di vitamina A, del gruppo B, C, E, contiene polifenoli e antiossidanti utili per contrastare l’azione negativa dei radicali liberi, rallentando quindi l’invecchiamento delle nostre cellule, in particolare quelle che riguardano il cervello. Inoltre il limone è molto consigliato contro nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessità di irrobustire le difese immunitarie e chi soffre di colesterolo alto. In poche parole il limone, se utilizzato nel modo giusto, è un “elisir di lunga vita” che protegge la salute da molti problemi fisici e non solo.

ThinkstockPhotos-464794212

La cura del limone

Il noto naturopata Luigi Costacurta consigliava la “cura dei limoni” a chi soffriva di artrosi e gotta, di colesterolo alto, di calcoli nella cistifellea, di ipertensione arteriosa.

In un bicchiere di acqua tiepida diluite il succo di un limone e bevetelo al mattino a stomaco vuoto e almeno 15 minuti prima di fare colazione. Dal momento che potrebbe rovinare lo smalto dei denti si può bere con una cannuccia. Ogni tre giorni potete aggiungere un limone fino ad arrivare a 4 o 5 limoni, poi ogni tre giorni iniziate il percorso inverno, fino a ritrovarvi con la dose di un limone al giorno, dose che dovrebbe essere proseguita per un mese.

Ma il limone presenta anche delle piccole controindicazioni se usato in maniera eccessiva. Questo vale per le persone molto esili, che perdono peso facilmente e si affaticano velocemente. A queste persone si addicono altri frutti come le mele, le pere, l’uva, ecc.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post