La dieta delle 12 ore, perdere peso con un breve digiuno

La dieta delle 12 ore, perdere peso con un breve digiuno

La nuova dieta delle 12 ore prevede il digiuno forzato per almeno mezza giornata: secondo uno studio americano il digiuno di 12 ore impedirebbe l’accumulo di grasso e consiglierebbe di consumare i pasti in orari fissi al fine di accelerare il metabolismo.

Lo studio è in fase sperimentale ed è stato condotto dai ricercatori del Salk Institute for Biological Studies di San Diego e i suoi esiti sono stati pubblicati sulla rivista Cell Metabolism. Secondo questi studiosi consumare i pasti sempre al solito orario si tradurrebbe in una garanzia contro il rischio di ingrassare, pur ammettendo una certa tolleranza di domenica.

Lo studio è stato condotto su alcuni animali e avrebbe dimostrato che, a parità di cibo ingerito, ingrassava di più chi non rispettava gli orari. Mangiare entro il limite di tempo delle 15 ore consente non solo di non ingrassare e non accumulare grassi in eccesso, ma anche di dimagrire.

L’ideale sarebbe consumare i pasti in una finestra temporale che oscilla dalle 9 alle 15 ore, a seconda delle proprie esigenze. Mangiare oltre il limite massimo significherebbe trasformare il cibo ingerito in grasso in eccesso. Quindi, se la colazione viene consumata intorno alle 8.00, è essenziale cenare più tardi delle ore 20.00. Al bando gli spuntini dopo cena o durante la notte. Questo tipo di alimentazione svolgerebbe una funzione di protezione anche contro l’insorgenza del diabete.

Ovviamente valgono i consigli utili per qualsiasi tipo di dieta: se volte perdere peso mettete da parte dolciumi, merendine confezionate, bibite gassate e zuccherate, fritture, cibi grassi e fate ginnastica o lunghe passeggiate. Solitamente non esiste dieta efficace senza movimento fisico! Inoltre cercate di dormire almeno 7 ore a notte e bere 2 litri di acqua al giorno.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post