La dieta per dire addio alla ritenzione idrica

La dieta per dire addio alla ritenzione idrica

L’estate sta arrivando e i chili di troppo e la ritenzione idrica sono un problema che affliggono tante persone, se non la maggioranza. Ma siete ancora in tempo per correre ai ripari e smaltire il possibile, attraverso una dieta equilibrata che vi consenta di superare la tanto temuta prova costume.

I consigli generali che vi stiamo per dare andrebbero sempre accompagnati da due leggi inconfutabili: bere almeno due litri di acqua al giorno (possibilmente lontano dai pasti) e fare attività fisica regolarmente. Inoltre è sempre opportuno consultare un medico o un nutrizionista che possano seguire il vostro caso individualmente.

Rimedi contro la cellulite

L’unica soluzione, oltre all’assunzione di farmaci in casi estremi, è la dieta che non potrà essere che a base di frutta e verdure. A cominciare da una sana colazione a base di yogurt, tè verde, biscotti o cereali integrali, frutta fresca di stagione o un pugno di mandorle.  Mezz’ora prima di fare colazione sarà utile bere un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone.

Ci sono alcuni alimenti che possono aiutarci più di altri: frutti di bosco, agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie. E alcune verdure come lattuga, radicchi, spinaci, broccoletti. Oppure ortaggi come pomodori, cavoli, broccoli, peperoni, patate novelle.

Al posto della carne rossa (da consumare al massimo ogni 15 giorni) meglio preferire carni bianche e pesce. Evitate di friggere l’olio extravergine di oliva, meglio aggiungerlo a crudo. Il sale va consumato con molta parsimonia: considerate che il sale è contenuto negli alimenti che consumiamo.

Ma per smaltire la ritenzione idrica non basterà consumare certi alimenti, ma soprattutto evitarne molti altri: cibi fritti, alcolici, bevande zuccherate e gassate, dolci troppo elaborati, affettati e alimenti grassi in genere. Il tè verde può essere assunto anche due volte al giorno, caldo o freddo a seconda delle temperature.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post