La frutta fa bene… se mangiata in modo corretto

La frutta fa bene… se mangiata in modo corretto

La frutta è un alimento imprescindibile per la nostra salute, un vero apportatore di energie, vitamine, antiossidanti, un autentico elisir di bellezza e lunga vita che spesso mangiamo in modo errato. Mangiare la frutta è importante per eliminare le tossine dal nostro organismo, contrastare le malattie di ogni genere e dare giusto equilibrio al nostro corpo, ma a patto di seguire alcune semplici regole che ci consentano di trarre dalla frutta solo il meglio.

iStock_000058340856_Medium

E’ importante che la frutta non trovi nello stomaco cibo non digerito e residui putrefattivi di pasti precedenti e di digestioni prolungate oltremisura, formando gas intestinali e mandando se stessa e il resto in putrefazione. Se ad esempio mangiamo il pane e subito dopo una porzione di frutta quest’ultima viene trattenuta nello stomaco e tutto si trasforma in un bolo acido carico di fermentazione che può causare nervosismo, capelli bianchi, bruciore gastrico, gonfiore, sonnolenza, ecc.

La frutta andrebbe mangiata a stomaco vuoto o 20-30 minuti prima di mangiare. Gli unici frutti che possono essere consumati al termine dei pasti sono l’ananas, la mela e il kiwi, in quanto hanno degli enzimi digestivi che facilitano la digestione e che gli permettono di essere mangiati a fine pasto favorendo l’assimilazione del pasto.

Bisogna distinguere tra frutta dolce, frutta semiacida e frutta acida. Nella prima categoria rientrano banane, uva dolce, mele dolci e fichi. Per frutta semiacida si intendono pere, pesche, uva, prugne, mele, fragole, ciliegie, albicocche. La frutta acida raccoglie ananas, arance, mandarini, limoni, pompelmi.

A tavola possiamo combinare diversi tipi di frutta a patto di associare frutta acida + semiacida, oppure frutta dolce + semiacida, ma mai associare frutta dolce con frutta acida. Anche quando mangiate verdure sarebbe utile consumare la frutta prima dei pasti o lontano da questi, oppure optare per la mela che ben si adatta a moltissimi alimenti.

Con l’avvicinarsi dell’estate in molti sono pronti a scorpacciate di melone e anguria: questi due frutti andrebbero mangiati da soli poiché fermentano molto facilmente a causa dell’alto contenuto di zuccheri. Ma l’aspetto positivo è che si digeriscono in una decina di minuti, quindi meglio mangiarli prima di pranzo o di cena.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post