La miglior dieta per prevenire gli attacchi di cuore

La miglior dieta per prevenire gli attacchi di cuore

di Ivana Tramontano

Infarto ictus

Gli attacchi di cuore si verificano quando c’è una mancanza di sangue al cuore e possono rivelarsi pericolosi per la vita senza la giusta assistenza medica. Ma cosa puoi fare per prevenire un infarto? Mangiare una dieta sana ed equilibrata è altamente raccomandato, con una dieta in particolare che si rivela più efficace.

Un nuovo studio ha dimostrato che gli attacchi di cuore potrebbero essere prevenuti seguendo una dieta vegana. Medichecks, che fornisce kit di test medici a domicilio, ha affermato che l’analisi dei suoi dati su oltre 21.000 residenti nel Regno Unito ha identificato numerosi benefici per coloro che erano diventati vegani.

Tra i risultati della società con sede a Nottingham vi sono stati livelli di glicemia media più bassi, livelli aumentati di colesterolo HDL, noto come “colesterolo buono” e livelli più bassi di colesterolo malsano. Questi fattori, nel loro insieme, potrebbero aiutare a ridurre il rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari, secondo i ricercatori, entrambi i quali possono aumentare il rischio di infarto.

Dopo aver confrontato i bio-marcatori di 943 vegani con 20.607 non vegani, dai dati raccolti negli ultimi 12 mesi, gli esperti medici dell’azienda hanno affermato che i vegani potrebbero “legittimamente dichiararsi più sani”. Si è anche scoperto che i vegani hanno livelli del 5% più alti di colesterolo HDL, che è un buon colesterolo che rimuove altre forme di colesterolo dal flusso sanguigno.

Ha aggiunto che tagliando alcuni gruppi alimentari, i vegani dovevano controllare i loro livelli di vitamina B12 e in particolare assicurarsi che stessero assumendo abbastanza ferro. Sebbene non sia necessario iniziare a prendere integratori di ferro a meno che non ci sia una carenza provata, i vegani dovrebbero assicurarsi di avere un’assunzione di ferro molto buona. Questo include mangiare molte verdure, lenticchie e fagioli, tofu, noci e semi.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post