Lavare i jeans: come trattarli al meglio con questo metodo impeccabile

0
28
jeans, come trattarli

Lavare i jeans: vi sveliamo come trattarli al meglio seguendo un metodo impeccabile e semplice per dare vita lunga ai vostri capi in denim

jeans, come trattarli
Se il nostro jeans emana cattivi odori, nel lavaggio a mano uniamo qualche goccia di olio essenziale di camomilla, lascerà un fresco profumo a lungo!

 

Il denim, ovvero il tessuto con cui vengono realizzati i nostri jeans, rappresenta una delle stoffe più resistenti e durature nel tempo, specialmente per chi adora farne un uso quotidiano. Di mille variazioni di colore e spessore, i jeans sono un capo di abbigliamento che non passa mai di moda e ormai non troviamo solo pantaloni appositi ma anche camicie, giacche e gonne. Nonostante come già detto i jeans siano composti da un tessuto piuttosto resistente, se non trattati a dovere possono rovinarsi, assottigliarsi e bucarsi veramente in poco tempo. Scopriamo insieme come trattarli al meglio con alcuni trucchetti specifici

 

LEGGI ANCHE: Macchie di caffè ed olio sui vestiti: i metodi super efficaci per eliminarle

Lavare i jeans: come trattarli e qual è il metodo migliore per mantenerli puliti

Una delle prerogative del tessuto denim è quella di essere resistente e di conseguenza assorbire con meno facilità sudore e sporcizia. Questo ci permette di evitare lavaggi troppo frequenti con detersivi che possono deteriorare tutti i capi in jeans. Alterniamo il loro uso se il nostro armadio dispone diverse paia così da non dover eseguire lavaggi frequenti in lavatrice. Scopriamo insieme alcuni trucchetti efficaci per dare lunga vita ai nostri pantaloni

Per rimanere aggiornato su trucchi e consigli di cucina CLICCA QUI 

Acqua non troppo calda: tutti i capi in jeans non dovrebbero mai essere lavati con acqua troppo calda perché, seppur vero che il tessuto sia uno dei più resistenti, in presenza di alte temperature si restringe, sformandolo riducendo addirittura la taglia. Non impostiamo mai temperature troppo alte in lavatrice, piuttosto leggiamo l’etichetta che ci fornirà le indicazioni necessarie per trattare al meglio il tessuto. Se il nostro jeans si è macchiato, cerchiamo di trattare solo la zona interessata oppure di eseguire un lavaggio a mano con sapone di Marsiglia e acqua tiepida.

Lavare al contrario: essendo il denim un tessuto in genere abbastanza chiaro, durante la centrifuga in lavatrice, potrebbe sfregare con bottoni, cerniere di altri capi graffiando le superfici, rovinandolo. Laviamo sempre i nostri jeans voltandoli al contrario, in questo modo preserveremo il tessuto che andrà poi ad essere indossato all’esterno, così che non possa subire danni irreparabili e mantenere il suo colore e la sua forma intatta.

Stendere a dovere: le mollette che andiamo a piazzare sui capi nella fase di stenditura potrebbero lasciare delle fastidiose pieghe sui nostri jeans che ci costringerebbero poi a ricorrere al ferro da stiro, ma una buona stenditura, permette ai capi di non essere completamente stirati. Dopo averli lavati in lavatrice, sbattiamoli per bene come se stessimo scrollando della polvere da un tappeto e poi appendiamoli al bordo dei fianchi con una gruccia apposita per pantaloni. Stendiamo sempre al contrario così che il sole non ne sbiadisca il colore. Avremo jeans perfettamente lisci e sempre come nuovi!

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM