Cambio di stagione: il trucchetto infallibile per guadagnare spazio

0
23
cambio stagione, trucchetto

Cambio di stagione: vi sveliamo il trucchetto infallibile per guadagnare spazio nei nostri armadi e come preservare i vestiti sistemati 

cambio stagione, trucchetto
Per i più puntigliosi, sistemare i vestiti anche in base al colore può essere di grande aiuto per un ordire mentale personale!

 

Il grande freddo è ormai arrivato e per chi non ha ancora eseguito il cambio di stagione, potrebbero presentarsi i primi problemi. Prevedete già montagne di vestiti sui pavimenti e sui letto urlando in preda al panico non sapendo da dove cominciare? Niente paura, seguite questa pratica ed utile guida imparando qualche trucchetto per eseguire un cambio di stagione nel minor tempo possibile e con una strategia super efficace. Scopriamo come fare

 

LEGGI ANCHE: Casa profumata ed abiti freschi? metti questo nel tuo ferro da stiro!

Cambio di stagione: vestiti sottovuoto e scatoloni raccogli indumenti

Potrà sembrare una cosa banale, ma ogni nostro capo ha un volume, dalla magliettina di cotone al maglione realizzato a mano dalla nostra nonna di lana pura. Questo può impedirci di sfruttare a pieno gli spazi, specialmente se non disponiamo di grandi o molti mobili ed armadi. Vediamo allora 3 step fondamentali per affrontare al meglio il cambio di gestione con qualche trucchetto utile:

Per rimanere aggiornato su trucchi e consigli di cucina CLICCA QUI 

  1. Non uscire tutto dagli armadi: la prima cosa da non fare mai è uscire intere sezioni di vestiti dai nostri armadi, questo creerebbe confusione nella camera e nella nostra mente. Iniziamo sempre da una singola sezione, se ci prepariamo all’estate iniziamo piegando e stirando ogni maglione o felpa e sistemiamole in degli scatoloni di plastica o tessuto morbido. Scriviamo il contenuto all’esterno di ogni contenitore così da sapere sempre cosa andremo a uscire dall’armadio nel prossimo cambio. Creiamo in un unico scaffale dei raccoglitori per i vestiti quotidiani come pantaloni, gonne, magliette e maglioni, in un altro camicie, giacchette che possono esser piegate, vestiti per occasioni importanti. Nei ripiani bassi conserviamo sempre sciarpe, capelli e guanti o costumi da bagno e borse per il mare seguiti da calzettoni pesanti o calze leggere di cotone.
  2. Rispettiamo le lunghezze: creiamo una sola sezione dedicata per giacche, cappotti, giubbini e chiodi di pelle. Tutti i capi corti, che arrivano fino alla vita possono essere riposti nei ripiani bassi, tutti appesi in grucce larghe e resistenti mentre i cappotti lunghi e più classici ed eleganti nei piani alti, in modo che non si creino fastidiose pieghe durante la loro permanenza nell’armadio. Ricordiamoci sempre di proteggere i cappotti e le giacche con gli appositi involucri in cellofan o plastica, così da evitare polvere e muffe.
  3.  Per ogni anta una tipologia: cerchiamo sempre di dare un ordine ‘mentale‘ ai vestiti che sistemiamo e conserviamo. In un’unica anta sistemiamo i vestiti da giorno, in un’altra tutti i vestiti pesanti ed invernali, in un’altra ancora quelli estivi e leggeri. Lenzuola, coperte ed asciugamani possono essere catalogate in un unico scaffale e per ricavare spazio, eseguiamo un sottovuoto. In commercio possiamo trovare diversi involucri adibiti allo scopo utilizzando un comunissimo aspirapolvere. L’aria verrà completamente prosciugata e ricaveremo molto spazio per sistemare i nostri capi!

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM