Le bevande che possono sostituire il caffè

Le bevande che possono sostituire il caffè

Per la maggioranza degli italiani non c’è risveglio senza caffè, una bevanda capace di dare la giusta carica per affrontare la giornata e di creare socializzazione, sia quando arrivano amici o familiari a casa, sia quando si vogliono fare quattro chiacchiere al bar. Se consumato in eccesso il caffè può però provocare piccole controindicazioni come insonnia, ansia, cefalea, irritabilità e bruciore di stomaco.

In tal caso meglio scoprire una bevanda alternativa.

Cioccolata calda – Ideale soprattutto in inverno, un po’ meno in piena estate, per la sua capacità di conferire calore. Ma è una bevanda amata da grandi e piccini, che stimola il cervello e aiuta la memoria, ottima anche per gli studenti.

Mate – E’ una bevanda tipica del Sudamerica, energizzante, pian piano sta prendendo piede anche nel nostro Paese. E’ l’infusione preparata con le foglie verdi o tostate di un agrifoglio sempreverde, ha ottime qualità antiossidanti e drenanti e dopo il caffè è la bevanda più ricca di caffeina, quindi non è consigliata ai bambini o a coloro che sono sensibili alla caffeina. Il mate, inoltre, è anche una buona fonte di vitamina C, ricco di proteine e minerali come potassio, zinco, manganese, magnesio, calcio e ferro.

Caffè d’orzo – Si tratta di un surrogato del caffè tradizionale, ottenuto grazie all’infusione di orzo tostato e macinato; in quanto tale, non contiene caffeina e può essere preparato con la caffettiera oppure diluendo nell’acqua bollente l’estratto in granuli o polvere. Il caffè d’orzo si presta a qualunque regime alimentare, eccezion fatta per quello contro la celiachia; infatti, l’orzo è un cereale che contiene glutine, pertanto non dev’essere assunto da chi soffre di questa intolleranza.

Ginseng – Si ricava dalle radici essiccate di ginseng, miscelata con il caffè e la crema di latte, per lo più di origine vegetale. E’ una bevanda stimolante, ideale per gli sportivi che devono affrontare un allenamento. Aiuta la circolazione del sangue, rafforza le difese immunitarie e facilita la concentrazione.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post