Legumi secchi o in scatola, quale scegliere? Ti sveliamo un segreto

Se sei un amante dei legumi, dovresti assolutamente sapere la differenza tra quelli in scatola o quelli secchi. Quale scegliere dunque in fase d’acquisto? Andiamo a svelare un segreto che accerchia questo alimento.

legumi secchi scatola quali scegliere
Varietà di legumi (arielnunezg da Pixabay)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Mini quiche al Montasio e funghi, antipasto veloce da preparare all’ultimo momento
  2. Filetto di salmone in crosta di pistacchi e verdurine: ricetta perfetta se sei a dieta
  3. Rotolini di vitello con spinaci, senape e miele: ricetta veloce e gustosissima

I legumi sono alimenti di origine vegetale; più precisamente stiamo parlando di semi racchiusi in un baccello. Per la classificazione standard non sono né cereali, né bacche e né ortaggi.

Quelli più conosciuti sono fagioli, piselli, fave, ceci, lenticchie, soia, lupini, arachidi, cicerchie, caiani e carrube. Sono composti principalmente da proteine e carboidrati, i quali forniscono energie a lento rilascio.

Essendo costituiti da così tante proteine i legumi possono sostituire gli alimenti di origine animale come carne, pesce o uova a patto che siano coadiuvati da cereali in un regime alimentare variegato.

Inoltre sono ricchi di antiossidanti e privi di colesterolo, fattori molto importanti per il benessere completo dell’organismo.

Vi è però una differenziazione importante per quanto riguarda la loro produzione: esistono infatti sia i legumi secchi che quelli in scatola. Quale scegliere dunque? Entriamo nel dettaglio e scopriamo le differenze.

Legumi secchi o in scatola? Quale scegliere?

Una prima differenza tra le due compagini deriva proprio dalle proteine contenute: quelli secchi ne conservano di più mentre quelli confezionati, a causa di lavorazioni varie e produzione, ne contengono molti in meno.

Inoltre, nei legumi in scatola vengono aggiunti additivi, sali e zuccheri andando così a perdere tutti i benefici che possono fornire.

legumi secchi scatola proprietà differenza benefici
Legumi secchi (StockSnap da Pixabay)

Dunque per quanto riguarda quelli confezionati, il consiglio che vi raccomandiamo di seguire è quello di sciacquarli prima di cuocerli, andando così ad eliminare impurità e agenti in aggiunta.

Dunque quali sono i migliori? In fase di acquisto sempre meglio scegliere quelli freschi o al massimo surgelati. Se proprio dovete optare per quelli già cotti e dunque confezionati, vi consigliamo di acquistarli in vetro.

I benefici dei legumi

Innanzitutto l’alta concentrazione di ferro fa sì che il loro regolare consumo vada a contrastare i pericoli di anemia e di debolezza cronica.

Inoltre, questo alimento favorisce considerevolmente la digestione, la regolarità intestinale ed aiuta a combattere la stipsi o la stitichezza.

Ne può derivare però meteorismo: si tratta di un fatto del tutto normale poiché significa che il prodotto sta agendo per bene. Il consiglio che vi forniamo è quindi di consumare questi semi solo se rimanete a casa dopo cena!

legumi contro brufoli cibi alimenti acne
Zuppa di legumi

Essendo poi ricchi di antiossidanti, i legumi combattono decisamente bene i radicali liberi limitando le possibilità di malattie gravi come tumori, artrite o Alzheimer e svolgendo un effetto antinvecchiamento.

Infine essendo privi di colesterolo, risultano un alimento super consigliato a chi possiede livelli eccessivi di questa sostanza sfavorendo diabete o glicemia alta.