L’importanza dei carboidrati, mai cancellarli dalla dieta

L’importanza dei carboidrati, mai cancellarli dalla dieta

Quando si affronta una dieta dimagrante fai da te in molti sono portati a dimezzare drasticamente il consumo di pane, pasta e carboidrati in genere, forse senza sapere che in un regime alimentare equilibrato i carboidrati (o glucidi) costituiscono il 60% della razione alimentare, in quanto hanno la funzione di mantenere la giusta concentrazione di glucosio nel sangue.

ThinkstockPhotos-508284580

I carboidrati rappresentano il principale substrato energetico del sistema nervoso centrale. Quindi in caso di digiuno prolungato, e qualora la glicemia risultasse insufficiente al sostentamento del sistema nervoso centrale, aumenterebbe di conseguenza il rischio convulsioni e coma irreversibile.

Del resto secondo molti studi scientifici mangiare carboidrati non sempre significa aumentare di peso. Per essere sempre in forma bisognerebbe trovare il giusto equilibrio fisico, psicologico ed alimentare, grazie ad un metabolismo che riceve nelle giuste proporzioni carboidrati, grassi, proteine, vitamine e Sali minerali.

Il consiglio degli esperti di scienze alimentari è di consumare cereali integrali, kamut, grano, riso, mais e farro, legumi, frutta e patate. Si tratta di carboidrati indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo e di cui non possiamo fare a meno. I legumi abbinati alla pasta (pasta e ceci, pasta e fagioli, pasta e lenticchie, ecc.) costituiscono un piatto completo.

Se quando iniziamo una dieta riduciamo drasticamente i carboidrati e perdiamo peso non significa che questi sono la causa del sovrappeso. Così facendo non si fa altro che perdere i liquidi e non il grasso. Ma se proseguiamo con l’azzeramento dei carboidrati il nostro corpo si trova costretto a produrre il glucosio utilizzando grassi e proteine, causando di conseguenza una perdita di minerali con possibile acidosi e problemi al sistema cardiovascolare. E soprattutto per gli sportivi i carboidrati sono una fonte di energia imprescindibile e di cui non si deve assolutamente fare a meno, onde evitare pericolosi scompensi organici.

 

 

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post