Maca: una radice orientale dai “poteri magici”

Maca: una radice orientale dai “poteri magici”

La maca, nome scientifico Lepidium Meyenii, è una sorta di rapa che cresce sulle Ande ad un’altitudine compresa tra i 3.000 e 5.000 metri. Conosciuta anche col nome di ginseng peruviano veniva utilizzata dalle popolazioni precolombiane che la consideravano un dono degli dei.

Ha molteplici proprietà terapeutiche. La sua radice è ricca di sali minerali, amminoacidi essenziali, carboidrati, vitamine (A, B, C ed E), fibre, proteine e acidi grassi. Fa molto bene all’organismo, per rinvigorire e rinforzare, ma non solo. Attenzione però alle controindicazioni. Si può consumare al naturale, con acqua tiepida, calda o fredda, oppure aggiunta a yogurt, frullati e succhi naturali. Si può utilizzare anche come ingrediente per dolci o per il pane.

La maca è utilizzata dalle popolazioni del luogo per le sue proprietà energetiche e nutritive. Grazie ai suoi costituenti, la maca è una radice antistress e antifatica, ottima quando si devono affrontare periodi intensi di lavoro e di sforzo fisico. E’ una pianta energizzante, rinvigorente e in grado di fortificare l’organismo sottoposto a duri compiti o debilitato. Ottima per chi soffre di carenza di ferro o anemia.

La maca è consigliata anche a chi desidera dimagrire. Ricca di vitamine e sali minerali, contiene anche lo iodio che serve a svegliare la tiroide e a stimolare il metabolismo. Grazie alla presenza di fibre e carboidrati.

Ha effetti positivi anche sul sistema nervoso, aumentando la capacità di concentrazione e memoria. Valido rimedio contro stress, depressione, stanchezza, per chi deve sostenere esami universitari.

La maca è famosa anche per i suoi effetti afrodisiaci: favorisce la fertilità, regolarizza il ciclo mestruale, allevia i dolori del ciclo mestruale ed è un valido rimedio contro l’impotenza maschile, non solo negli uomini ma anche negli animali.

Ha buone proprietà antiossidanti grazie alla presenza di vitamine e flavonoidi che contrastano l’azione dei radicali liberi. Quindi previene varie forme tumorali e rallenta l’invecchiamento cellulare.

La maca non ha particolari controindicazioni. La dose massima giornaliera consigliata è di 10-15 grammi di radice essiccata. Non va assunta in caso di allergie, ipertiroidismo o in fase di gravidanza o allattamento.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post