Mangiare poco nuoce gravemente alla salute

Mangiare poco nuoce gravemente alla salute

Se per molti il problema è assumere troppe calorie e quindi aumentare di peso, per altri può esistere il problema opposto. Mangiare poco è un problema altrettanto grave che può causare diversi disturbi che a lungo andare possono trasformarsi in malattie anche gravi. Assumere poche calorie al giorno mette sotto stress l’organismo che non ha la sufficiente energia.

Ma vediamo insieme quali sono i sintomi di un insufficiente apporto di calorie, spesso dovuto alla mania di dimagrire, ad ansia o stress:

1. Mancanza di concentrazione – Uno dei principali effetti di chi non assume un numero adeguato di calorie è la difficoltà cronica di apprendimento e concentrazione. Non a caso diversi studi scientifici hanno dimostrato che con una colazione energetica e salutare l’efficienza a scuola è migliore.

2. Insonnia – Un insufficiente apporto calorico non consente all’organismo di avere i dovuti nutrienti per riposare tranquillamente. Di conseguenza ci si sveglia già stanchi il giorno dopo e senza le forze necessarie per affrontare gli impegni quotidiani. Spesso capita di svegliarsi nel bel mezzo della notte ed essere assaliti da un senso di fame, sintomo di una cena povera e non equilibrata.

3. Mal di testa frequenti – Mangiare poco e cibi scarsi di zuccheri  può causare una continua emicrania. Un effetto che avviene quando si digiuna per un lungo lasso di tempo. Non resta altro da fare che alimentarsi correttamente, bere e dormire.

4. Problemi di stitichezza – Un’alimentazione scarsa di fibre, lo stress, una vita sedentaria possono provocare la stipsi. Se siete a dieta non usate lassativi, basterà aggiungere 3-4 cucchiai al giorno di olio di oliva. Le difficoltà di transito intestinali sono causate anche dalla mancanza di grassi buoni nella vostra alimentazione o di cereali integrali, frutta e verdura.

5. Carenze vitaminiche – Una scarsa alimentazione può causare una carenza vitaminica che, a lungo andare, può arrecare danni ben più seri all’organismo.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post