Migliaccio di carnevale, la ricetta della leccornia più desiderata della festa

Il Migliaccio è uno dei dolci più amati per Carnevale: analizziamo la ricetta per preparare al meglio questa leccornia. 

Migliaccio carnevale ricetta leccornia
Migliaccio (Foto Instagram di @chefbrando)

Dopo le grandi mangiate di Natale, Capodanno ed Epifania, gli italiani si stanno preparando per il Carnevale. Ogni ricorrenza in Italia viene accolta in modo positivo dalla popolazione, che si diverte nel preparare piatti e leccornie di ogni tipo.

A Carnevale ogni scherzo vale, ma non solo: in occasione di questa giornata simbolo che coincide praticamente con l’inizio della Quaresima in ogni regione della Nazione si preparano dolci di ogni tipo. In Campania, il dolce simbolo è indubbiamente il migliaccio.

Il termine deriva dal latino miliaccium, che significa pane di miglio. E non a caso l’ingrediente base per questa bontà strepitosa è il miglio (e la farina ottenuta da questo cereale). Secondo la tradizione, questo preparato veniva fatto con il miglio e con il sangue di maiale.

Nel corso degli anni il sangue di maiale è stato sostituito dallo zucchero. Il suo sapore è simile alla pastiera ed è un prodotto che piace sia ai grandi che ai bambini. Vediamo insieme questa ricetta magnifica per prepararlo in breve tempo.

Migliaccio di Carnevale: la ricetta del dolce più desiderato della festa

Il migliaccio può essere sia dolce che salato: prepararlo non richiede particolari abilità e/o talenti ai fornelli.

Migliaccio carnevale ricetta leccornia
Migliaccio (Foto di P.Paradiso per AdobeStock)

INGREDIENTI

  • 200 g di semolino
  • 250 g di zucchero
  • 40 g di burro
  • 500 g di acqua
  • 500 g di latte
  • 4 uova medie
  • 350 g di ricotta vaccina
  • 40 g di burro
  • 1 Baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale fino
  • 1 scorza d’arancia
  • Zucchero a velo

PROCEDIMENTO

La prima cosa da fare è quella di cuocere il semolino. In un pentolino mettete il latte, l’acqua, il sale e aggiungeteci anche il burro. Mettete infine la scorza d’arancia e scaldate mescolando il tutto di volta in volta in modo da favorire lo scioglimento del burro.

Quando il composto bolle, togliete la scorza d’arancia e versate il semolino a pioggia continuano a mescolare magari con l’ausilio di una frusta. Impostate la fiamma sul minimo e cuocete per altri 4-5 minuti.

Trasferite il tutto in una pirofila e lasciate intiepidire. A questo punto preparate anche l’altra parte dell’impasto: setacciate la ricotta per renderla morbida e cremosa, prelevate i semi dal baccello di vaniglia. In una terrina unite uova, i semini e lo zucchero e montate gli ingredienti con le fruste cercando di ottenere un prodotto ben chiaro.

Aggiungete poco alla volta la ricotta e poi il semolino, lavorando sempre con le fruste. Terminate quando l’impasto è omogeneo. Imburrate adesso una tortiera da 24 cm di diametro, versate al suo interno il composto e livellate con una spatola. Infornate per 60 minuti in un forno statico preriscaldato a 200 gradi.

Finalmente il migliaccio sarà pronto: prima di tagliarlo in fette, decoratelo con zucchero a velo e fatelo raffreddare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Rose di Carnevale, i dolci festivi alternativi alle chiacchiere. Ancora più golosi

Migliaccio carnevale ricetta leccornia
Uova sbattute con zucchero (foto da Adobestock di Milan)

Durante il procedimento potrebbe esserci un piccolo accorgimento da fare. Se dopo 45-50 minuti di cottura in forno il migliaccio sarà ben colorito in superficie, copritelo con un foglio di carta stagnola per non rischiare di farlo bruciare.

Questo dolce può essere conservato nel frigorifero per circa 3-4 giorni: si consiglia di congelarlo. Per renderlo ancora più buono, potete aggiungere delle gocce di cioccolato fondente proprio all’ultimo momento. Consigliatissimo anche l’uso di liquori aromatici o di passeri e pinoli per insaporire l’impasto.