Olio di semi di canapa

Olio di semi di canapa
LA PREPARAZIONE

L’olio di semi di canapa è ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi delle piante del genere Cannabis Sativa L. La pianta solitamente è conosciuta per uso tessile o per la derivazione della sostanza psicoattiva chiamata THC (tetraidrocannabinolo) che contraddistingue la cannabis.

Ma in realtà ci sono molte specie di canapa con contenuti insignificanti di THC che consentono di poterne fare un uso alimentare senza effetti collaterali. Per avere effetti psicotropi bisognerà bere dai 6 ai 9 litri al giorno di olio di semi di canapa. Ha un sapore molto gradevole al palato, un retrogusto aromatico con un lieve sapore di nocciole ed è di colore verde acceso.

Questo particolare tipo di olio contiene omega 3 e omega 6 in giuste proporzioni, vitamine A, B1, B2, C, E, PP. Può essere utilizzato per condire insalata, pasta, pesce e può sostituire l’olio di semi. Notevoli le sue proprietà benefiche: è un ottimo antiossidante, antinfiammatorio e abbassa i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e i trigliceridi. Basti pensare che in Cina viene utilizzato da 5.000 anni…

L’olio di semi di canapa ha un alto contenuto proteico, contiene il 10% circa di acidi grassi e il 90% di insaturi, sono presenti anche fibreinsolubili (20/30 %) e carboidrati (10/15%) e, oltre alle suddette vitamine, troviamo sali minerali, calcio, potassio, fosforo, ferro e magnesio. Come gli altri oli fornisce 9 calorie ogni grammo. In più aiuta a rendere più elastiche le arterie prevenendo malattie cardiovascolari e ictus. Inoltre è un potente antiossidante capace di contrastare i radicali liberi, rafforza il sistema nervoso ed è utile in caso di problemi di apprendimento e difficoltà di concentrazione.

Ma gli effetti benefici non finiscono qui: è efficace per curare artrosi e artriti, è utile in caso di colon irritabile, viene usato per le malattie respiratorie come asma e sinusite e per le malattie della pelle come acne, dermatite, eczema e vitiligine. Inoltre attenua i dolori premestruali e combatte l’osteoporosi nella menopausa.

Come usare l’olio di semi di canapa  – Innanzitutto bisogna ricordare di usarlo crudo e che non va impiegato per le fritture. Per consumare le sue proprietà benefiche si consiglia d aggiungerlo a cottura terminata e per condire insalate (si può anche condire l’insalata con olio extra vergine di oliva e olio di semi di canapa insieme). Si conserva tenendolo lontano dalla luce e dopo aver aperto la bottiglia meglio consumarla nell’arco di 90 giorni. La quantità consigliata va da 1 a 3 cucchiai al giorno per

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post