Pandolce ripieno di marmellata e fragole, così soffice e goloso è una merenda irresistibile

Sofficissimo, il pandolce ripieno di marmellata e fragole è una delizia perfetta per la merenda dei bambini ma piace anche agli adulti fin dalla colazione. A forma di fiore, si divide facilmente in comode porzioni ed è molto pratico da mangiare.

pandolce marmellata fragole ricetta
Pandolce con marmellata ( foto di Olga da AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Babaganoush, la crema mediorientale perfetta da gustare in estate
  2. Cotolette di zucchine, facili, leggere, aromatiche. L’alternativa vegetale ricca di gusto
  3. Dieta, il caldo fa ingrassare! Come correre ai ripari con l’alimentazione

I bambini lo adorano. Il pandolce ripieno di marmellata e fragole è una pasta lievitata e perciò risulta alto e morbidissimo, con una farcitura di marmellata e pezzetti di fragola da trovare come una sorpresa all’interno delle parti che lo compongono.

È fatto in modo molto simile a un danubio, ha una forma a fiore e i vari pezzi da cui è fatto, che rappresentano i petali, si staccano facilmente e sono come una porzione da mangiare così in modo molto comodo.

Sicuramente perfetto per la merenda dei bambini, è un dolce che con la sua incredibile sofficità piace a tutti, anche agli adulti, e si può benissimo assaporare per colazione dal momento che ha anche un buon potere saziante.

La pasta è delicatamente dolce e il resto della dolcezza che definisce questo pane lievitato è data dalla marmellata stemperata dai pezzetti di frutto inseriti dentro ogni pezzo che ci si ritrova a gustare in un mix di consistenze, il lievitato, la marmellata e la fragola, molto buono e goloso.

Si prepara abbastanza facilmente, bisogna rispettare il tempo di lievitazione, ma poi si prosegue a dar forma e a cuocere il dolce in modo spedito. Ecco tutti i passaggi per realizzare questo dolce delizioso.

Ingredienti e preparazione del pandolce ripieno di marmellata e fragole

La decorazione è molto semplice, basterà una spolverata di zucchero a velo per completare. Riguardo la conservazione, il pandolce si mantiene bene per 4 – 5 giorni riposto dentro una campana di vetro per alimenti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

pandolce marmellata fragole ricetta
Marmellata di fragole ( foto di Zozz da Pixabay)

INGREDIENTI ( per una teglia da 20 x 30 cm)

  • 300 g di farina 00
  • 40 g di burro
  • 6 g di lievito di birra fresco
  • 130 ml di latte
  • 3 uova intere
  • 80 g di zucchero semolato
  • 200 g di marmellata di fragole
  • 200 g di fragole
  • Zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE (circa 40 minuti + 1 h e 30 di lievitazione)

Per prima cosa in un contenitore versare il latte leggermente riscaldato e sciogliervi dentro il lievito di birra sbriciolato.

In un pentolino sciogliere il burro e poi unirlo al lievito e aggiungere le uova. Unire anche lo zucchero e impastare per amalgamare bene il tutto.

A questo punto incorporare la farina poco per volta sempre impastando fino ad ottenere un panetto morbido. Quindi, coprirlo con la pellicola e metterlo a lievitare per 1 ora a temperatura ambiente, in un luogo asciutto.

Trascorso questo tempo riprendere l’impasto, metterlo in un piano di lavoro e con le mani ricavare tante parti tutte della stessa dimensione formando come delle palle.

Poi, con l’aiuto di una sac a poche riempire ogni palla di marmellata e con le mani inserire pezzi di fragola dopo averle lavate e tagliate.

Infine ungere di burro una teglia da 20 x 30 cm circa e adagiare ogni palla una accanto all’altra disponendole tutte intorno come a comporre un fiore. Lasciar lievitare ancora per 30 minuti circa.

Non rimane poi che infornare in forno ventilato e cuocere a 180° per 25 minuti circa. Appena è pronto sfornare il dolce e cospargerlo con una generosa spolverata di zucchero a velo.

pandolce marmellata fragole ricetta
Fragole (Foto di Claudio Olivares Medina da Pexels)

Ottimo da mangiare caldo appena sfornato, lasciato intiepidire solo un pò, è delizioso da gustare freddo e da consumare nei giorni a seguire, quando se ben conservato manterrà la sofficità che lo caratterizza e l’aroma delizioso.