Parto prematuro: la causa può essere nelle gengive

Parto prematuro: la causa può essere nelle gengive

Le malattie gengivali possono causare nascite premature secondo uno studio condotto in Repubblica Ceca. Uno studio condotto su dozzine di nuove madri ha rilevato che il 45% di coloro le cui acque si sono rotte in anticipo avevano gengive gonfie, dolenti o infette.

In confronto, solo il 29 per cento delle donne che non hanno partorito prematuramente mostra segni di malattie gengivali. Si ritiene che i batteri nella placca viaggino verso la placenta attraverso il flusso sanguigno, causandone l’infiammazione. Ciò potrebbe interrompere il sacco amniotico che circonda il feto, portandolo a rompersi troppo presto. La ricerca è stata condotta dall’ospedale universitario Hradec Králové, Repubblica Ceca, e guidata dal dott. Vladimíra Radochová, del dipartimento di odontoiatria.

Circa il 10% di tutte le gravidanze in tutto il mondo si traducono in un travaglio prematuro. Il parto prematuro può verificarsi a causa di cambiamenti alla cervice o alla prematura rottura delle membrane, meglio noto come “rottura delle acque”. Per comprendere meglio il legame, i ricercatori hanno analizzato 78 donne le cui acque si sono rotte tra le 24 e le 36 settimane di gravidanza e sono state ricoverate nell’ospedale di Hradec Králové.

Queste donne sono state confrontate con 77 madri che non hanno avuto complicazioni della gravidanza e stavano ricevendo cure prenatali nella clinica ambulatoriale dell’ospedale. A tutti i partecipanti è stato offerto un check-up dentale durante la loro degenza in ospedale. I risultati hanno rivelato che le donne le cui acque si rompevano prematuramente avevano livelli più elevati di infiammazione delle gengive e placca. Il dott. Nigel Carter OBE, amministratore delegato della Oral Health Foundation, ritiene che lo studio sottolinea l’importanza di prendersi cura dei propri denti durante ogni fase della nostra vita. “La salute della nostra bocca può avere un’influenza diretta su molte parti della nostra salute generale”, compreso il delicato momento della gravidanza. Il Dr Carter raccomanda alle donne incinte di mantenere sani i denti lavandoli due volte al giorno e usando spazzolini interdentali o filo interdentale. La cattiva salute orale è anche stata a lungo associata a problemi cardiaci a causa di un’infiammazione gengivale prolungata che ha causato l’ingresso di batteri pericolosi nella circolazione e danni ai vasi sanguigni.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post