Pesticidi: frutta e verdura infetta anche dopo averla lavata

Pesticidi: frutta e verdura infetta anche dopo averla lavata

Quasi il 70 percento di frutta e verdura venduta negli Stati Uniti contiene residui di pesticidi anche dopo il lavaggio. I prodotti più a rischio: fragole, spinaci e cavoli.

Avocado, mais dolce e ananas hanno trovato la minor quantità di residui. Invece un campione di cavolo ha riscontrato ben 18 pesticidi diversi. Inoltre, il Dacthal – un pesticida che è stato vietato in Europa dal 2009 ed è classificato come possibile cancerogeno – è stato trovato sul 60% dei campioni. A completare la top five della lista stilata da Dirty Dozen c’erano nettarine e mele, entrambe con più del 90% di campioni che hanno confermato almeno un residuo di pesticidi.

Tuttavia, le fragole sono risultate le più “avvelenate” con quasi tutti i campioni – 99 percento – trovati con residui di almeno un pesticida. Inoltre, circa il 30% dei campioni aveva 10 o più pesticidi su di essi. Nneka Leiba, direttrice del sano programma di scienze naturali dell’EWG, ha detto che i risultati sono sconcertanti. In fondo alla classifica, quindi con meno residui di fitofarmaci: avocado, mais dolce, ananas, piselli dolci surgelati e cipolle.

“Non vogliamo che il messaggio sia che frutta e verdura causino il cancro”, ha dichiarato Leiba a DailyMail.com. Il messaggio è che ci sono opzioni migliori. Scegli il biologico quando puoi. Uno studio del gennaio 2018 della Harvard TH Chan School of Public Health ha rilevato che le donne che mangiavano prodotti con livelli più elevati di pesticidi sottoposti a trattamento per la fertilità hanno un aumentato rischio di avere un feto morto. E uno studio del dicembre 2018 condotto da diversi istituti francesi ha scoperto che coloro che mangiavano cibi biologici avevano ridotto il rischio di cancro.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) affermano che i pesticidi possono avere una serie di effetti negativi che includono irritazione della pelle e degli occhi e alterazione del sistema nervoso. Inoltre, l’agenzia afferma che le prove hanno dimostrato che lo sviluppo cerebrale dei bambini può essere influenzato dall’elevata esposizione ai pesticidi. Ma i rischi per la salute derivanti dall’esposizione ai pesticidi dipendono dalla tossicità dei pesticidi, dalla quantità a cui una persona è esposta, dalla durata e dalla via di esposizione.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post