Piadine senza glutine

PREPARAZIONE: 15 minuti COTTURA: 6 minuti
Piadine senza glutine: la preparazione

PRESENTAZIONE

La piadina è un piatto di origine romagnola che risale a tempi molto antichi, probabilmente sin dai tempi dei Romani. Può essere mangiata come surrogato del pane per accompagnare varie pietanze nel corso del pasto. Oggi Checucino.it vi propone la ricetta delle piadine senza glutine, ideali per tutti coloro che sono allergici o intolleranti al glutine.

ThinkstockPhotos-479717822

INGREDIENTI

300 gr di farina per pane senza glutine

40 gr di strutto

100 ml di acqua

4 gr di sale

10 ml di olio extravergine d’oliva

PROCEDIMENTO

In una ciotola versate la farina per pane senza glutine setacciata, unite il sale, l’olio e lo strutto sciolto precedentemente a bagnomaria (oppure nel microonde), poi addizionate 100 ml di acqua. Se volete potete aggiungere del bicarbonato di sodio, ma se preferite una piadina più leggera e delicata potete evitare di aggiungerlo.

Amalgamate a lungo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e uniforme, poi formate una pallina e avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente per alimenti e lasciate riposare per almeno 30 minuti, in modo da farla diventare maggiormente lavorabile.

Tagliate l’impasto in quattro sezioni e, con l’ausilio di un mattarello, stendete un disco sottile su un foglio di carta da forno. Se non risulta di forma circolare piegate il disco in quattro parti e tagliate il bordo in eccesso con un coltello ben affilato o con una rotellina da pizza.

Quando le piadine saranno pronte potete procedere con la cottura: mettete sul fuoco una padella molto capiente e quando sarà ben calda scottate la piadina verificando che la fiamma non sia troppo alta, onde evitare che la piadina si bruci. Girate spesso la piadina per 2 0 3 minuti, fino a quando la superficie non sarà di colore ambrato e si saranno formate alcune bolle. Servite le piadine ancora calde, farcite o semplici. Saranno i vostri commensali a decidere come guarnirle. Buon appetito e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post