Polenta dolce

PREPARAZIONE: 30 minuti COTTURA: 50 minuti
Polenta dolce: la preparazione

PRESENTAZIONE

La polenta è un antichissimo piatto a base di farina di cereali (solitamente mais), utilizzato soprattutto nel Nord Italia per sfamare le popolazioni montane. Con il tempo si è diffusa in tutta Italia, ma in vero quest’oggi non vogliamo proporvi la ricetta della polenta classica, bensì della polenta dolce.

Ebbene sì! La farina di mais verrà mescolata insolitamente con latte, burro, zucchero e uva sultanina, per un prodotto finale che vi lascerà sicuramente di stucco. La polenta dolce può essere utilizzata come dessert, magari accompagnata da un buon Moscato o insieme a frutta secca e/o frutta fresca. Semplice da preparare è un piatto che verrà sicuramente riproposto e richiesto sulle vostre tavole. Provare per credere!

ThinkstockPhotos-465873372

INGREDIENTI

  • 200 gr di farina di mais
  • Un bicchierino di rum
  • 500 ml di latte
  • 100 gr di uva sultanina
  • 3 uova
  • 100 gr di burro
  • Cannella q.b.
  • 100 gr zucchero

PROCEDIMENTO

In un paiolo, la classica pentola per cuocere la polenta, fate bollire il latte e aggiungete la farina di mais a pioggia, mescolate di continuo in modo che non vengano a formare dei grumi.

Quando la polenta inizierà a farsi densa spegnete il fuoco, addizionate i tuorli delle uova uno per volta, aggiungete un pizzico di sale, un pizzico di cannella, il burro tagliato a pezzetti e a temperatura ambiente e infine lo zucchero. Mescolate e unite l’uva sultanina che avrete messo in ammollo nel rum precedentemente. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Imburrate una tortiera e versate al suo interno l’impasto di polenta, fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti. Terminata la cottura togliete la tortiera dal forno e lasciate intiepidire.

Prima di servire in tavola aggiungete una bella spolverata di zucchero a velo. Buon appetito a tutti e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it

 

 

 

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post