Pressione alta: i tre frutti più utili per abbassare i valori

Pressione alta: i tre frutti più utili per abbassare i valori

di Ivana Tramontano

L’alta pressione sanguigna è una condizione molto comune, con una persona su quattro costretta a conviverci. Alcune scelte dietetiche possono aiutare ad abbassare i valori. Ecco tre frutti molto utili.

L’ ipertensione si verifica quando la forza del sangue che spinge contro le pareti dell’arteria di una persona è costantemente troppo alta. Questo può portare a complicazioni mortali per la salute, come le malattie cardiache. Fortunatamente, poiché la condizione è fortemente legata alle decisioni sullo stile di vita, la revisione della propria dieta può evitare il rischio di ipertensione. Introdurre mirtilli, anguria e kiwi può rivelarsi molto utile.

Mirtilli

I risultati pubblicati nel Journal of Gerontology Series A hanno scoperto che mangiare 200 g di mirtilli ogni giorno per un mese può portare a un miglioramento della funzione dei vasi sanguigni e una riduzione della pressione sistolica nelle persone sane.

Il team ha monitorato le sostanze chimiche nel sangue e nelle urine dei volontari, nonché la pressione sanguigna e la dilatazione flusso-mediata (FMD) dell’arteria brachiale. In un altro studio, i ricercatori hanno confrontato gli effetti di una bevanda ai mirtilli con quelli degli antociani purificati. Le bevande contenenti antociani purificati hanno portato a miglioramenti nella funzione endoteliale. Le cellule endoteliali fungono da barriera tra il sangue e il tessuto corporeo circostante, oltre a svolgere ruoli chiave nella coagulazione del sangue e nella regolazione della pressione sanguigna.

Anguria

L’obesità e l’ipertensione sono i principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Uno studio suggerisce che l’anguria potrebbe ridurre significativamente la pressione sanguigna negli individui in sovrappeso sia a riposo che sotto stress. La pressione sull’aorta e sul cuore è diminuita dopo aver consumato l’estratto di anguria”.

Uno studio di 12 settimane concentrato su 13 uomini e donne obesi di mezza età che soffrivano anche di ipertensione ha mostrato che il consumo di anguria ha avuto un impatto positivo sulla pressione sanguigna aortica e su altri parametri vascolari.

Kiwi

Secondo un recente studio le sostanze bioattive contenute nei kiwi possono abbassare la pressione sanguigna. I ricercatori hanno esaminato 118 uomini e donne (di età superiore ai 55 anni) che avevano tutti una pressione sanguigna leggermente alta. Una parte ha mangiato tre kiwi al giorno per otto settimane, l’altra metà una mela al giorno per otto settimane. Dopo il periodo di studio, i ricercatori hanno scoperto che le persone che mangiavano i kiwi avevano una pressione sanguigna sistolica più bassa rispetto alle persone che mangiavano le mele.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post