Problemi di cattiva circolazione sanguigna, cosa devi fare per migliorarla

Cosa bisogna fare per risolvere i problemi legati alla cattiva circolazione sanguigna, i segreti per migliorarla senza dover fare troppi sacrifici

circolazione sanguigna
Piedi gonfi (Foto da Pixabay di andreas160578)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

Sono in tante le persone che purtroppo soffrono di una cattiva circolazione sanguigna costretti quindi a convivere con disturbi, più o meno gravi, capaci di rendere le giornate decisamente faticose.

Uno dei fastidi più frequenti è legato al gonfiore di piedi e caviglie con una conseguente sensazione di pesantezza alle gambe che può alla lunga diventare quasi debilitante.

A soffrire di cattiva circolazione sanguigna sono in larga parte soprattutto le donne a causa anche delle variazioni ormonali che le interessano nel corso della loro vita.

Al di là di questo alcune delle cause che incidono di più riguardano il condurre una vita troppo sedentaria, con ore intere passate alla scrivania, oppure al contrario lo stare tanto tempo in piedi avendo in più qualche chilo di troppo.

È possibile aiutarsi nella lotta contro i sintomi legati ad una cattiva circolazione modificando la propria dieta e aiutando così l’organismo, specialmente nei periodi in cui avviene un cambio di temperatura.

I segreti per combattere la cattiva circolazione sanguigna

Si possono cercare di alleviare i fastidi legati ad una cattiva circolazione sanguigna già a partire dalla tavola facendo ricorso ad una sana e corretta alimentazione e prediligendo alcuni prodotti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

circolazione sanguigna
Fragole e frutti di bosco (Foto di Couleur da Pixabay )

Per combattere in particolar modo il gonfiore dovuto ad una cattiva circolazione occorre apportare alcuni piccoli accorgimenti alla nostra dieta già dalla prima colazione facendo il pieno di sali minerali.

Gli esperti, a questo scopo, consigliano di iniziare la giornata con della frutta. In particolare quella dal colore rosso come le fragole e i frutti di bosco. Queste delizie sono infatti ricche di flavonoidi utili per rendere più forti le pareti dei vasi sanguigni.

Alla frutta è possibile abbinare dei cereali integrali, per ottenere il giusto apporto di fibre. A questi su può unire dello yogurt, perfetto per dare al nostro organismo le quantità di calcio che necessita.

Come spuntino si può far ricorso a della frutta secca che riesce ad essere un grande alleato per migliorare la circolazione. In particolare grazie alle quantità di Vitamina E, al magnesio e ai grassi buoni che contengono.

Al momento del pranzo sarebbe consigliabile mangiare innanzitutto verdura con cui accompagnare la preparazione di carne bianca oppure di pesce. Il tutto da insaporire però utilizzando semplicemente delle spezie.

In questo modo si riduce infatti l’uso del sale, uno dei principali responsabili dell’insorgenza di ritenzione idrica e di conseguenza del gonfiore alle gambe.

A cena infine per cercare di ottenere un meritato sollievo dalla sensazione di pesantezza è meglio mettere in tavola dei legumi a cui unire pasta integrale e abbondante verdura cruda.

circolazione sanguigna
Lenticchie (Foto di FomaA da AdobeStock)

I legumi infatti sono degli antiinfiammatori naturali mentre delle verdure, soprattutto gli spinaci. Questi infatti sono ricche di tannini e vitamina C, ottimi per rinforzare i vasi sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna.