Problemi di insonnia: due integratori per dormire meglio

Problemi di insonnia: due integratori per dormire meglio

di Ivana Tramontano

Non dormire a sufficienza può avere un impatto negativo sulla salute e sulla longevità di una persona. Ma alcuni esperti hanno scoperto che assumere determinati integratori prima di andare a letto può aiutarti a dormire sogni d’oro,

La perdita del sonno è un problema molto diffuso che continua a peggiorare in frequenza man mano che le persone invecchiano. Il sonno aiuta il corpo e il cervello a funzionare correttamente. Il sonno di una buona notte può migliorare l’apprendimento, la memoria, il processo decisionale e persino la creatività di una persona.

La perdita del sonno e i disturbi del sonno sono tra i problemi di salute più comuni ma spesso trascurati e facilmente curabili. Studi recenti hanno scoperto che almeno il 18 percento degli adulti riferisce di non dormire a sufficienza. L’insonnia colpisce circa un terzo della popolazione adulta e contribuisce ad aumentare i tassi di assenteismo e disabilità sociale. Per molti, addormentarsi e riposarsi dalle sette alle nove ore non è facile come gli altri. L’assunzione di questi due integratori potrebbe aiutare a garantire un buon riposo notturno.

Radice di valeriana

La valeriana è un’erba originaria dell’Asia e dell’Europa. La sua radice è comunemente usata come trattamento naturale per i sintomi di ansia, depressione e menopausa. La radice di valeriana è anche uno degli integratori a base di erbe più usati negli Stati Uniti e in Europa. Gli estratti delle radici della valeriana sono ampiamente utilizzati per indurre il sonno e migliorare la qualità del sonno. Le prove disponibili suggeriscono che la valeriana potrebbe migliorare la qualità del sonno senza produrre effetti collaterali.

Magnesio

Il magnesio è un minerale coinvolto in centinaia di processi nel corpo umano ed è importante per le funzioni cerebrali. Può aiutare con il sonno e a calmare la mente e il corpo, rendendo più facile addormentarsi. Gli studi suggeriscono anche che una mancanza di magnesio può essere collegata al sonno disturbato e all’insonnia. In uno studio con il National Institutes of Health della National Library of Medicine degli Stati Uniti, sono stati studiati gli effetti del magnesio. Lo studio ha scoperto che l’influenza del magnesio influenza fortemente il ciclo sonno-veglia.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post