Re Carlo III mangia cibo italiano di nascosto. Vietato dal protocollo: ma lui ne va matto

I sudditi ed i tabloid rimproverano re Carlo III per quanto scoperto sul suo conto. E le tradizioni d’Oltremanica?

Carlo mentre mangia degli spaghetti
Carlo mentre mangia degli spaghetti (Foto Instagram)

Re Carlo III, da sempre, è ligio al dovere ed incarna alla perfezione il rigore e l’austerità che il suo ruolo di alto rappresentante della monarchia comporta. Da uno come lui non ci si aspetterebbe nulla di eccentrico e quelli che sono gli obblighi ed i vincoli dettati dall’etichetta vengono sempre rispettati alla lettera.

Eppure anche lui sta contravvenendo le regole. Infatti re Carlo III è stato scoperto a violare uno dei paletti al quale anche i suoi sudditi tengono di più. Al punto tale da suscitare pure il malcontento da parte di più di uno. C’entra il nostro Paese, con la sua irresistibile cucina a fare da sirena tentatrice.

Da sempre infatti la gastronomia dello Stivale è ritenuta la migliore al mondo. Non c’è posto migliore dove stare quando si tratta di mangiare. E pure re Carlo III lo ha capito. Ma lui ormai non riesce più a tornare indietro ed è stato conquistato dai sapori di casa nostra.

Re Carlo III, da anni lui trasgredisce le regole così

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da His Majesty King Charles III (Fanpage) (@hmkingcharlesiii)

Sono diverse le occasioni che il re ha avuto di visitare l’Italia quando era ancora soltanto il Principe del Galles. Titolo che lui stesso ha ricoperto per una vita intera, sin da quando era soltanto un bambino e che spetta all’erede al trono più prossimo. Si parla in particolare di due circostanze che hanno visto Carlo impegnato sull’italico suolo.

LEGGI ANCHE: Raffreddore, con questi 6 cibi stop influenza: sono miracolosi

Una in cui degustò degli spaghetti con moscioli e frutti di mare durante un pernottamento nelle Marche, fino al punto da richiedere un bis. Ed uno in occasione di una visita in Costiera Amalfitana, quando, con Camilla al suo fianco, divorò un piatto di scialatielli con frutti di mare alla nerano.

LEGGI ANCHE: Bicchieri opachi, il metodo infallibile usato dalle casalinghe per renderli lucidi e senza macchie

Ma il protocollo reale vieta ai membri della Royal Family di mangiare in particolare proprio i frutti di mare, per evitare possibili complicazioni dal punto di vista della salute. E gli inglesi malvedono anche la pasta, che non è qualcosa che è tipico della loro cucina. C’è però dell’altro.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

I tabloid d’Oltremanica, da sempre severissimi ed implacabili, riferiscono che re Carlo abbia imposto di preferire l’olio extravergine d’oliva italiano da sostituire al burro, su una fetta di pane. Questo è uno dei suoi spuntini preferiti. E così come i due piatti gustati in Italia sembra vennero consumati in gran segreto, pare che pure con questa merenda rustica sia lo stesso. Ma in qualche modo si è venuto a sapere.