“È sempre mezzogiorno”, Fulvio Marino prepara una specialità delle Isole Baleari, la Ensaimada

Nel programma “È sempre mezzogiorno”, Fulvio Marino ha preparato una specialità delle Isole Baleari: la ricetta dell’Ensaimada. Scopriamo di cosa si tratta.

ricetta ensaimada Fulvio Marino
Ensaimada (Foto di noirchocolate AdobeStock)

L’ensaimada è un dolce tipico delle Isole Baleari, più precisamente dell’isola di Maiorca. Diffusasi in tutta la Catalogna per poi raggiungere la Spagna intera e paesi esteri come Filippine o Argentina.

Preparata con un impasto lievitato e ripieno di strutto e con una forma a spirale, l’ensaimada è formata da diversi strati di sfogliatura simile a quella della pasta sfoglia.

Vediamo insieme la ricetta dell’ensaimada di Fulvio Marino proposta nella puntata del programma di cucina “È sempre mezzogiorno”.

Provate la ricetta perché ne vale proprio la pena, è squisita e perfetta da gustare in ogni momento della giornata.

“È sempre mezzogiorno”: la ricetta dell’ensaimada di Fulvio Marino

L’ensaimada è un dolce straordinariamente goloso che quando si inizia a mangiare, difficilmente si riesce a smettere!

ricetta ensaimada Fulvio Marino
Fulvio Marino (Foto Instagram @fulviomarino)

Ecco la ricetta dell’ensaimada proposta da Fulvio Marino, nel programma “È sempre mezzogiorno”.

INGREDIENTI

  • 1 kg farina 0
  • 150 g zucchero
  • 18 g lievito di birra
  • 220 g acqua
  • 20 g sale
  • 1 bacca di vaniglia
  • zucchero a velo qb.
  • 100 g strutto
  • 400 g uova

PREPARAZIONE (circa 270 minuti)

Iniziate la ricetta versando in una planetaria o in una ciotola capiente la farina 0, il lievito di birra sbriciolato, le uova sbattute e lo zucchero con la vaniglia.

Mescolate a mano o azionate la planetaria e lavorate per amalgamare bene tutti gli ingredienti. A questo punto, inserite l’acqua e fatela incorporare alla perfezione.

Aggiungete il sale e continuate a lavorare l’impasto finché non risulterà liscio e omogeneo. Ora, coprite e lasciate riposare l’impasto a temperatura ambiente per circa 60 minuti.

Trascorso il tempo, riponete l’impasto in frigorifero e lasciatelo riposare per altri 120 minuti. Terminato il tempo di riposo, riprendete l’impasto e dividetelo in palline da 400 g l’uno.

Stendete ciascuna parte di impasto con il matterello fino a raggiungere uno spessore di circa 3 cm. A questo punto, posizionate i rettangoli stesi su una teglia da forno e fate lievitare per altri 45 minuti.

Ora, prendete ciascun rettangolo lievitato, stendetelo ancora una volta con il matterello fino a mezzo cm di spessore. Spalmate sopra lo strutto e arrotolate il rettangolo partendo dal lato più lungo.

Formato un rotolo, arrotolatelo a sua volta su se stesso in modo da creare una spirale. Posizionatela in una teglia da forno rotonda e lasciate lievitare fino al raddoppio del suo volume.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> “È sempre mezzogiorno”, la crostata all’olio di Natalia Cattelani: ricetta alternativa

ricetta ensaimada Fulvio Marino
Come dar forma all’ensaimada (Foto di Tolo AdobeStock)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> “È sempre mezzogiorno”, chef Fulvio Marino sforna la sua Pizza Antonella: paradisiaca

A questo punto, infornate in forno preriscaldato a 180° per una mezz’ora. A cottura ultimata, sfornate e spolverate la superficie con zucchero a velo. Siete pronti per gustare l’ensaimada!

Buon dolce a tutti!