Salsa di pomodoro, se noti questo particolare non mangiarla: può costarti la salute

Attenzione alla passata di pomodoro, se la salsa preparata ha questo dettaglio è meglio non consumarla. Potreste stare male!

conserva di pomodoro
Conserve di pomodoro (foto da pixabay di pcdazero)

Quando si parla di conserve e salsa di pomodoro bisogna stare sempre con le antenne drizzate e ben attenti perché si tratta di uno dei prodotti agroalimentari più contraffatti di tutti, ma che ha anche una preparazione delicata per cui rovinarla non è impossibile.

Quando si preparano conserve di salsa di pomodoro in casa bisogna stare attenti al possibile presenza del botulino, pericoloso batterio che se ingerito può provare non pochi danni alla nostra salute.

Il rischio botulino è causato dalla normale presenza di acqua nei pomodori, proprio l’acqua è il l’ambiente ideale per la proliferazione di batteri come questo. Niente paura però, questo non deve scoraggiarvi nel preparare conserve casalinghe, anzi di seguito vi mostriamo un piccolo trucco che vi permetterà di produrle in sicurezza, ma anche un dettaglio da tenere a mente per capire se avete difronte un prodotto che sarebbe meglio non consumare.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come preparare conserve in totale sicurezza

Per preparare conserve di pomodoro in casa in maniera sicura, evitando quindi la proliferazione del batterio del botulino, è davvero semplice, basta davvero un piccolo trucco per essere sicuri di consumare un prodotto buono.

preparazione ragù
Preparazione ragù (foto da pexels di klaus-nielsen)

Tutto quello che bisogna fare è far cuocere per lungo tempo la passata appena preparata, in questo modo si permetterà l’evaporazione totale dell’acqua.

LEGGI ANCHE ->La pasta del Maresciallo, il trionfo della semplicità in un’unica ricetta

Eliminata l’acqua si elimina anche la possibilità di proliferazione di batteri. Questo, in poche parole, vuol dire essere sicuri che le conserve che abbiamo deciso di preparare in casa sono sicure e possono essere consumate con tranquillità.

LEGGI ANCHE-> Polpette vegetariane alla parmigiana, l’alternativa sana e golosa alla classica ricetta

Quanto appena detto vale per le conserve che vi troverete a preparare da qui in avanti, ma per quelle che avete già fatto? Ci sono diversi “test” che possiamo fare per capire se è il caso o meno di utilizzarle in cucina o buttarle. Prima di tutto bisogna considerare come si presenta il barattolo, se notate un rigonfiamento sul tappo quello è il primo segnale che la vostra conserve non è sicura.

salsa di pomodoro botulino come riconoscerlo
Salsa di pomodoro (foto da pexels di greta-hoffman)

Altro aspetto importante è considerare il colore della salsa di pomodoro una volta aperto il tappo; se questo si presenta chiaro e soprattutto è accompagnato da un odore rancido, avrete anche in questo caso la certezza che il prodotto fatto in casa non è sicuro.

Ultimo test a disposizione è quello è quello dell’assaggio; è il test tra quelli presentati più pericoloso proprio perché se ci sono batteri con l’assaggio possono essere ingeriti. Per questo motivo deve essere effettuato solo se si è insicuri della salsa e questa non presenta nessuno degli indizi elencati prima. Se al gusto il sugo risulta più acido del solido bisogna buttar via il prodotto immediatamente.