Salute del cuore: una spezia che apporta benefici

Salute del cuore: una spezia che apporta benefici

I migliori integratori per il cuore: la dieta svolge un ruolo fondamentale nel mantenere il cuore sano. Oltre a seguire una dieta sana ed equilibrata, una spezia ha una serie di importanti benefici cardiovascolari.

Il cuore è responsabile del pompaggio del sangue intorno al corpo, fornendo ossigeno e sostanze nutritive e rimuovendo le sostanze di rifiuto. Uno dei modi migliori per tenere sotto controllo la salute del cuore è seguire una dieta equilibrata, con almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, cibi fibrosi come patate, pane, riso o pasta.

Mentre è essenziale mangiare cibi che rientrano in tutti questi gruppi di alimenti, sono stati trovati alimenti specifici per migliorare la salute del cuore. Uno studio rumeno del 2017 ha riportato che la cannella può ridurre i trigliceridi, che è un tipo di grasso presente nel sangue che può aumentare il rischio di sviluppare malattia coronarica. Si è anche scoperto che riduce i livelli di colesterolo totale.

Il colesterolo è una sostanza grassa che è vitale per il normale funzionamento del corpo, ma oltre certi limiti può aumentare il rischio di un attacco di cuore. La cannella è una spezia derivata dalla corteccia interna dell’albero Cinnamomum. Quando la corteccia si asciuga, si arriccia in bastoncini di cannella. Questa spezia è stata un ingrediente di cucina popolare nel corso della storia, il suo è stato accertato sin dall’Antico Egitto. Cristoforo Colombo fu tra i molti esploratori inviati a cercare la spezia.

“Storicamente, la cannella è stata venerata tanto per le sue proprietà salutistiche quanto per il suo aroma e sapore caratteristici.  La cannella è disponibile nella sua forma naturale di bastoncino, macinata, o come capsule, tè e estratti di olio essenziale. In generale, la cannella è sicura, ma è importante sapere quale tipo di cannella stai prendendo e soprattutto le quantità. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha fissato limiti giornalieri sicuri equivalenti a 3 g (1 cucchiaio) di cannella. La cannella dovrebbe essere evitata se si stanno assumendo farmaci che possono influenzare il fegato, come il paracetamolo o le statine.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post