Settimana di Halloween: come intagliare la zucca in pochissime mosse

0
29
halloween intagliare zucca

Settimana di Halloween: vi sveliamo come intagliare la zucca con la sua classica faccia in poche e semplici mosse

halloween intagliare zucca
Nell’usanza di Halloween, i bambini si travestono chiedendo ai vicini del quartiere dei dolci alle porte delle case esclamando “trick or treat?” che sta ad indicare dolcetto o scherzetto?

 

Domani sarà Halloween e come tradizione vuole, bisogna intagliare la zucca. Si può sbizzarrire la fantasia creando volti mostruosi e paurosi oppure più divertenti e simpatici. Svuotarla evitando di romperla o danneggiarla potrebbe sembrare un’operazione complessa, ma possiamo assicurarvi che con due trucchetti giusti, la si potrà realizzare in un attimo facendoci aiutare dai nostri bambini!

Ti ricordo che la zucca è un elemento che fa anche bene al nostro corpo e può essere utilizzato per preparare tanti piatti salutari, trovi tante idee sul sito regogoo.com. Ma adesso andiamo a scoprire come fare per intagliare la zucca!

Halloween: come intagliare la zucca in pochissimi minuti

La prima cosa da fare per realizzare la zucchetta di Halloween è quella di pulirla per bene. Sciacquiamola sotto acqua corrente fredda strofinandola con una spugna in modo che eventuali residui di terra vengano via. Scegliamone una preferibilmente lunga e larga, in modo da poterla intagliare con facilità e poter creare dei volti molto carini.

Per rimanere aggiornato su trucchi e consigli di cucina CLICCA QUI 

Eseguita questa operazione, poggiamoci su un tagliere largo oppure su un piano da lavoro proteggendolo con fogli vecchi di giornale. Disegniamo con un pennarello un cerchio attorno al picciolo prendendo come misura di riferimento il nostro pugno. Posizioniamolo in centro e tracciamo una linea concentrica lasciando un bordo di 1.5 cm. In questo modo riusciremo ad infilare la mano senza problemi. Con un coltello molto affilato e resistente incidiamo la buccia e poi sprofondiamolo all’interno iniziando a segarla, sarà piuttosto dura ma abbastanza maneggevole. Stacchiamo poi il ‘tappo‘ ottenuto e svuotiamo totalmente dalla polpa filamentosa all’interno con i semini, gettandola. Con un cucchiaio poi, iniziamo a scavare lungo tutto il perimetro dell’interno della zucca prelevando la polpa commestibile, potremo riutilizzarla per creare dei biscotti, degli ottimi risotti o delle vellutate. Scaviamo fino a lasciare all’incirca 1 dito di spessore dalla buccia esterna. Disegnano il volto che più gradiamo all’esterno e procediamo così come per il tappo, incidendo inizialmente e poi segando con un coltello seghettato. Inseriamo all’interno due candeline piccole e tappiamo cercando di incastrare il tappetto ottenuto leggermente storto, affinché non possa cadere all’interno. Spegniamo le luci e… godiamoci la magia!

LEGGI ANCHE: Risotto zucca e gorgonzola, un primo piatto autunnale da leccarsi i baffi

Qualche curiosità in più…

L’uso della zucca intagliata deriva in realtà da una leggenda anglosassone. Si narra che un fabbro ubriacone ed ostile di nome Jack stesse bevendo all’interno di un bar e preso da un forte stato d’ebbrezza, il diavolo ne approfittò per prendere la sua anima. Jack allora gli propose di trasformarsi in una moneta per potersi concedere un’ultima bevuta e così il diavolo fece, ma l’uomo ostile ebbe la meglio: nascose la moneta in un borsellino con all’interno una croce cosicché non potesse più liberarsi. Il diavolo promise a Jack che non lo avrebbe cercato per i prossimi dieci anni se lo avesse liberato e così successe. Quando passò il tempo il diavolo tornò a riscuotere la sua anima ma Jack non voleva ancora morire, così giocò d’astuzia: chiese una mela colta da un albero prima di esser portato via, così il diavolo si arrampicò ma lui incise una croce sul tronco, impedendogli di scendere. Dopo forti liti, i due trovarono un patto. Il diavolo non avrebbe mai più conteso l’anima di Jack che negli ultimi anni prima della morte commise così tanti peccati che non riuscì neppure a presentarsi davanti alle porte del Paradiso. Scese così all’inferno ma il diavolo lo respinse ricordandosi del patto, scagliandogli contro un tizzone ardente. Li vicino alle porte dell’inferno vi era una rapa, Jack la svuoto incidendola ed inserendo il tizzone per potersi far luce nel buio. Da quel momento cammina sulla terra con ancora la rapa in mano. Negli anni poi la rapa divenne una zucca e Jack fu chiamato nella leggenda ‘Jack – o – Lantern‘.

SEGUICI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO INSTAGRAM