Spaghetti aglio, olio e peperoncino: i segreti per una perfetta riuscita

Spaghetti aglio, olio e peperoncino: i segreti per una perfetta riuscita

Gli spaghetti aglio, olio e peperoncino è un piatto tipico della cucina mediterranea, semplice e facile da realizzare, l’ideale quando ci si ritrova tra amici, in frigo non c’è nulla e in dispensa c’è poco più di una confezione di pasta. Un piatto che mette tutti d’accordo e che invita a bere un buon bicchiere di vino. Ma per una perfetta riuscita bisogna conoscere alcuni piccoli segreti. Scoprite con noi di Checucino.it se sapete davvero tutto di questo primo piatto.

Scelta della pasta – Il formato è uno solo: gli spaghetti, meglio se spessi. Infatti assorbono meglio l’olio e consentono una cottura perfettamente omogenea. Ma cercate sempre di scegliere un marchio di qualità, tanto alla fine il risparmio tra un pacco di pasta economico e uno di qualità è quasi irrisorio.

Scelta dell’olio – Deve essere rigorosamente extra vergine di oliva e deve essere impiegato in quantità. I soliti due o tre cucchiai di olio qui non bastano, meglio abbondare. In più bisogna fare attenzione a non bruciarlo, deve soffriggere su fuoco medio per circa 6 minuti

Uso dell’aglio – Negli spaghetti aglio, olio e peperoncino l’aglio va messo in padella intero, senza pellicina e schiacciato. Va buttato in padella solo dopo aver scaldato l’olio e abbassato leggermente la fiamma. Attenzione a non farlo bruciare altrimenti avrete un sapore amarognolo.

Il peperoncino – I semi vanno scartati in quanto conferiscono un sapore amaro. Dopo averli eliminati sminuzzate il peperoncino che andrà aggiunto all’olio caldo e fritto per qualche minuto. Non esagerate con questo ingrediente in quanto non si conosce il livello di tollerabilità degli altri commensali. Mal che vada si può sempre aggiungere dopo aver servito gli spaghetti.

Cottura della pasta – La pasta va tolta dal fuoco un attimino prima che abbia raggiunto la cottura al dente. Infatti questa proseguirà in padella insieme ai condimenti.

Il tocco finale – Non buttate tutta l’acqua di cottura, ma conservatene un mezzo bicchiere che andrà versata in padella. In questo modo gli spaghetti risulteranno più cremosi e meno asciutti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post