Stanchezza, cause e sintomi

Stanchezza, cause e sintomi

La stanchezza può essere un malessere passeggero, soprattutto in estate quando le temperature si alzano e ci si sente svogliati. Oppure può essere un problema duraturo e ben più serio, dietro cui si possono nascondere alcune malattie. Ovviamente non bisognare allarmarsi in caso di stanchezza, ma se duratura nel tempo meglio essere a conoscenza di possibili cause e spie.

La stanchezza può dipendere da cause di natura fisica, come malattie e sforzi, ma anche di natura psicologica. Nel primo caso, i fattori che causano la sensazione di stanchezza generale, sono: problemi di peso, scarsa forma fisica, gravidanza, ecc. Nel secondo caso la stanchezza sorge per colpa di stress, ansia e insonnia. Ma il sentirsi stanchi può indicare alcuni problemi ben più seri da non sottovalutare.

Depressione

Sentirsi stanchi e sentirsi nelle condizioni di non riuscire a svolgere neppure le più banali mansioni quotidiane può essere sintomo di depressione. Per questo motivo chi soffre di depressione viene spinto a svolgere attività fisica all’aria aperta oppure ad assumere farmaci che riescano a riequlibrare l’umore.

Disturbi della tiroide

L’ipotiroidismo è una malattia che si verifica quando la tiroide lavora male e produce pochi ormoni. Colpisce soprattutto le donne e causa stanchezza cronica, depressione, dolori muscolari, secchezza della pelle e disturbi intestinali. Per effettuare un’adeguata diagnosi, è utile sottoporsi ad un esame del sangue che misura il livello degli ormoni tiroidei.

Carenza di ferro o di vitamine

La stanchezza può essere provocata da una carenza di ferro, diagnosticabile con un semplice esame del sangue. La carenza di ferro si manifesta attraverso sintomi come stanchezza, pallore, giramenti di testa e ronzii alle orecchie, battito cardiaco accelerato, respiro affannoso. In tal caso può essere molto utile esporsi ai raggi del sole che favoriscono la produzione di vitamina D.

Sindrome della stanchezza cronica

Può comparire lentamente oppure all’improvviso. I pazienti in cui compare lentamente diventano progressivamente sempre più stanchi nell’arco di poche settimane od alcuni mesi. I pazienti in cui compare improvvisamente si sentono molto stanchi da un giorno all’altro, tanto da mettere in difficoltà la vita sociale e lavorativa. Inoltre nella sindrome della stanchezza cronica sono presenti anche altri sintomi come la cefalea, dolori muscolari e articolari, problemi di memoria.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post